Sommario Magazine

Il denaro è mobile

di Elisa Vannetti
Fino a non molto tempo fa il cellulare serviva solo per chiamare e inviare messaggini. Al massimo lo si poteva utilizzare per ascoltare la radio, puntare la sveglia e scattare fotografie, tutte sgranate. Ora, invece, da quando sono arrivati sul mercato i nuovissimi smartphone super evoluti, dall'iPhone in avanti, le cose sono cambiate. E chi ha la fortuna di avere in tasca uno di questi gioiellini tecnologici, può fare quasi qualunque cosa. Tipo chattare con gli amici, navigare su internet, leggere tutti i giorni l'oroscopo, trovare il ristorante più vicino grazie al Gps. Anche gestire il proprio denaro.

Il merito è tutto delle applicazioni dedicate, sempre connesse al web, da scaricare direttamente su display dagli store online. Su AppStore, Android Market ecc, ce ne sono tantissime. E ovviamente non mancano quelle delle banche, tutte gratuite. Dalle quali è possibile accedere al proprio internet banking e controllare saldo e lista movimenti, ma anche ricaricare il cellulare e le carte prepagate, effettuare bonifici e operare in borsa.

Tra le ultime uscite anche il nuovo servizio multicanale di mobile banking firmato UniCredit. Che include una nuovissima applicazione per iPhone, ma anche per BlackBerry e Symbian. Mentre per chi in tasca ha un palmare di ultima generazione, c'è il micro sito mobile, che apre direttamente sulla pagina di log-in. In arrivo, invece, l'app per i cellulari con sistema operativo Android. Of-Osservatorio finanziario intervista Alessandro Colafranceschi, Responsabile Global Online e Mobile Banking di UniCredit, che svela alcuni progetti in arrivo.

Ma per chi volesse di più, si possono scegliere, a volte a costo zero a volte a pagamento, anche software di gestione del bilancio famigliare mensile sul quale segnare tutte le spese in uscita, application ad hoc per individuare l'ATM più vicino, o per calcolare correttamente la percentuale di sconto. A disposizione, anche convertitori di valuta, news e grafici con tutte le news aggiornate per operare in borsa e calcolatori che simulano la rata del mutuo.

Dal cellulare, inoltre, si può anche fare shopping e acquistare, in qualsiasi momento, semplicemente sfiorando il display touchscreen. Tanti i negozi virtuali approdati sul telefonino, da Vente-Privee.com a Privalia.it, passando per i celebri Amazon e eBay. E mentre cresce la propensione all'acquisto mobile, arrivano anche application ad hoc per confrontare in tempo reale i prezzi del prodotto cercato, in diversi punti vendita.

Resta però il problema della sicurezza. Entrare in banca dal proprio smartphone è sicuro? Quali rischi si corrono? Of elenca i 5 punti critici ai quali è meglio prestare attenzione quando si accede al conto corrente da mobile. E svela anche quali accorgimenti prendere per evitare di incorrere in spiacevoli sorprese.

Magazine


IL CELLULARE È DENARO
La finanza su iPhone, Smartphone e BlackBerry
Non servono più solo per telefonare e mandare messaggini. Gli ultimi modelli di telefonini sono personalizzabili grazie alla applicazioni scaricabili direttamente sul display dagli store online. Per avere sempre a portata di tasca (quasi) tutti i servizi della banca; convertitori di valuta, sistemi di auto-compilazione della nota spese, software per la gestione del bilancio famigliare. Ma anche applicazioni per fare shopping. E social network, localizzatori Gps, calcolatori di sconti.


L'arancio si addice al web

di Francesca Tedeschi Di Dario 1738 giorni fa
Continua la serie di interviste della Serie “Una Storia di Soldi, 10 Anni di Home Banking”. Fabrizio Cioffi, Vice President Operational Excellence di ING Direct, per la prima volta racconta come è nata la banca solo sul web e come questa esperienza ha cambiato il modo di fare credito, di gestire il risparmio e di vendere i prodotti. E spiega perché il Conto Arancio oggi va in filiale

Intesa Sanpaolo: l’online ha fatto boom. E ora arrivano…

di Francesca Tedeschi Di Dario 1752 giorni fa
Peter Caiazzi, responsabile per Intesa Sanpaolo di home e mobile banking ripercorre le storiche svolte della banca su internet. Dagli esordi in rete 10 anni fa, alla trasformazione della filiale in una app per cellulare. E per la prima volta svela le mosse prossime future dell’istituto milanese sul fronte hi tech. Quinta intervista della Serie “I 10 Anni di Home Banking” che anticipa il volume "Una storia di soldi nell'era di Internet"

Il cellulare è denaro

di Elisa Vannetti 2144 giorni fa
Prima è arrivato internet. Ed è stata una rivoluzione. Ora con i cellulari di ultima generazione sempre connessi alla rete e supportati da localizzatori Gps integrati, le cose cambiano di nuovo. Perché grazie agli sms, alle applicazioni create apposta per iPhone, ma anche BlackBerry, Symbian e Android (gratuite), e ai siti mobile, si può gestire il denaro anche se si è lontani da casa. E c’è già chi pensa che nel 2015...

Bonifici, ricariche e pagamenti: la banca in tasca

di Elisa Vannetti 2144 giorni fa
Allianz Bank, Cariparma, Banca Mediolanum, Banca Popolare di Vicenza, Banca Sella, Fineco, Intesa Sanpaolo, MPS, UBI Banca, UniCredit Volksbank e WeBank puntano sull’iPhone. WeBank, Intesa Sanpaolo e UBI Banca pensano anche a chi ha Android. MPS, UniCredit e Banca Mediolanum si rivolgono a chi ha in tasca un BlackBerry. Poi ci sono i siti internet in versione mobile. Per accedere al conto corrente anche da cellulare, ricaricare prepagate, telefonini e fare bonifici. Ma non tutti gli applicativi hanno le stesse funzionalità

La nota spese? Ci pensa lo smartphone

di Elisa Vannetti 2144 giorni fa
Non servono più solo per telefonare e mandare messaggini. Gli ultimi modelli di smartphone sono personalizzabili grazie alla applicazioni scaricabili direttamente sul display dagli store online. Per avere sempre a portata di tasca convertitori di valuta, sistemi di auto-compilazione della nota spese, software per la gestione del bilancio famigliare. Ma anche social network, localizzatori Gps, calcolatori di sconti

Così l’iPhone cambia lo shopping

di Elisa Vannetti 2144 giorni fa
Disporre acquisti dall’iPhone, dopo aver spulciato offerte e vetrine virtuali. Ma anche confrontare prezzi in tempo reale e ricercare in rete l’offerta migliore. Arrivano i telefonini next generation e lo shopping si trasforma. A portata di tasca alcuni negozi solo online, tipo Amazon, eBay, Vente-Privee e Privalia. Ma anche Facebook si lancia nella mischia e promette novità per il 2011

I 5 pericoli per chi accede al conto corrente dal telefonino

di Daniele Preani 2144 giorni fa
Connessioni Wireless e Bluetooth a rischio. Applicazioni-esca sempre connesse al web. Virus troiani e malaware. iPhone sbloccati che diventano facili prede per i malintenzionati. Operare via mobile sul proprio conto in banca (a volte) rischia di non essere sicuro come sembra. Ecco quali rischi si corrono, come smascherare eventuali problemi e come prevenire truffe e furti di dati personali

Colafranceschi: “Vi presento il mobile banking di UniCredit”

di Elisa Vannetti 2144 giorni fa
Ha una applicazione ad hoc per iPhone, una per BlackBerry e una per i sistemi operativi Symbian. I possessori di palmari touchscreen invece possono connettersi all’apposito sito mobile, mentre chi ha un cellulare di vecchio tipo, può operare via sms. E a breve potrebbe arrivare anche l’applicativo per Android. Of ha chiesto a Alessandro Colafranceschi, Responsabile Global Online e Mobile Banking di UniCredit tutte le funzionalità e le caratteristiche dell’offerta mobile della banca

Entra nel canale Home Banking