Sommario Magazine





scenari immobiliari il Forum 2016 Of media partner











Long life 2015

La vita è extralunga. Come renderla bella, sana ed economicamente migliore
In Italia, negli ultimi 10 anni, il numero degli ultracentenari è più che raddoppiato. E entro il 2050 ad avere più di 60 anni sarà il 21% della popolazione mondiale. Come viverli bene il più a lungo possibile? E come invertire le lancette del tempo? Scienza e medicina conducono ricerche per trovare l'elisir di lunga vita. La cosmesi fa la sua parte. E intanto si fa sempre più folto l'esercito delle nonne-modelle. Ma è il lato economico a destare le maggiori preoccupazioni. Da un lato perchè, dicono gli esperti, gli investimenti di lungo periodo non sono più così convenienti. Dall'altro perchè malattie come Parkinson e Alzheimer costano care. Ecco le assicurazioni che offrono una rendita vitalizia in caso di non autosufficienza

Long life 2015/La vita è extralunga. Come renderla bella, sana ed economicamente migliore

di Noemi Pizzola 485 giorni fa
In Italia, negli ultimi 10 anni, il numero degli ultracentenari è più che raddoppiato, mentre le ricerche affermano che entro il 2050 ad avere più di 60 anni sarà il 21% della popolazione mondiale. Come viverli bene il più a lungo possibile? Scienza e medicina segnano i contributi maggiori. Ma anche la cosmesi fa la sua parte. Ma è il lato economico a destare le maggiori preoccupazioni. Perché, come spiegato in una recente ricerca condotta da Morgan Stanley, gli investimenti a lungo periodo non mostrerebbero più la convenienza di un tempo. Ecco il nuovo speciale di Of-Osservatorio finanziario dedicato alla longevità, con uno sguardo ampio sul tema, spaziando dalla medicina fino alla moda

Long life 2015/Come invertire le lancette del tempo

di Noemi Pizzola 485 giorni fa
Alla base di molte sperimentazioni sull’elisir di lunga vita, ci sono gli studi sull’enzima SIRT1 e sui benefici della circolazione di sangue giovane. Altre ricerche si sono invece focalizzate sulle staminali: il Centre for Genomic Regulation di Barcellona è partito dal gene Wnt, responsabile della ricrescita della coda nelle lucertole, portando nuovo interesse sulle cellule pluripotenti indotte, mentre l’USC Longevity Institute dell’University of Southern California si è concentrato sugli effetti del digiuno sulle staminali, per pazienti anziani o malati di tumore

Long life 2015/Lotta al killer numero 1: le cardiopatie

di Noemi Pizzola 485 giorni fa
Le malattie del sistema circolatorio continuano ad essere la prima causa di morte in Italia e in Europa. Ma la ricerca medico-scientifica segna passi avanti. Al centro di alcune sperimentazioni ci sono i fibroblasti, cellule che in futuro, perfezionata la procedura, potranno rigenerare un tessuto cardiaco danneggiato in seguito a un infarto. Due ricerche hanno invece affrontato rare malattie, come la sindrome di Barth e la Cpvt (tachicardia ventricolare polimorfa catecolaminergica), aprendo adesso la possibilità di iniziare studi clinici su pazienti

Long life 2015/La battaglia contro i tumori

di Noemi Pizzola 485 giorni fa
I tumori sono una delle grandi paure dei nostri giorni, rappresentando la seconda causa di morte in Italia. Ma i progressi della medicina si impongono anche in questa direzione, con studi innovativi condotti anche in Italia. Come quello di Alberto Mantovani, pubblicato dalla rivista Cell e focalizzato su una molecola dall’immunità innata. Altre sperimentazioni si sono invece concentrate sui tumori del sangue, al seno e al cervello, mentre pochi giorni fa è stato portato a termine per la prima volta a livello mondiale l’intervento che ha permesso l’impianto di un bacino artificiale in un paziente affetto da tumore osseo. L’impresa è quella dell’Ospedale Cto di Torino

Long life 2015/Il fenomeno delle nonne-modelle

di Noemi Pizzola 485 giorni fa
Cos’hanno in comune Iris Apfel, Carmen dell’Orefice e Daphne Self? Semplice: il successo come modelle. Nulla di strano, se non che la più giovane di loro ha 84 anni. Quello delle modelle over 60 è diventato un cult che piace a stilisti e case cosmetiche che si contendono queste icone di fascino senza tempo e intanto strizzano l’occhio al target femminile con più potere d’acquisto, quello delle cinquantenni (e oltre). Dalla più giovane, che di anni ne ha 62, alla più anziana, che ha spento 93 candeline, ecco chi compone l’esercito, sempre più folto, delle nonne-modelle

Long life 2015/La crema anti età dai 25 ai 50 anni

di Noemi Pizzola 485 giorni fa
Invecchiare bene e in salute diventa, sempre più, una priorità. Il che si traduce nel curare il proprio aspetto (specialmente la propria pelle) fin da giovani. Perchè già dai 25 anni inizia a diminuire la naturale produzione di collagene, mentre fasce di età successive (qui fino ai 50 anni) presentano esigenze e problematiche differenti. Ecco cosa deve contenere un buon prodotto beauty anti età, dove gli ingredienti più innovativi sono rappresentati dai peptidi biomimetici

Long life 2015/Belle dopo i 50

di Noemi Pizzola 485 giorni fa
La cura della persona continua oltre i 60 anni, oltrepassandoli notevolmente. Non a caso le over 60 rappresentano il target con l’incremento più alto nell’acquisto di prodotti anti age. Cercando cosa? Dopo i 50 la pelle presenta esigenze diverse: acido ialuronico e collagene continuano ad essere validi alleati, ma occorre scegliere anche creme con ingredienti naturali altamente nutrienti, come burro di karitè e texture particolarmente corpose. Ecco spiegati i cambiamenti della pelle superati i 50 anni e i rimedi per contrastare i segni del tempo. Perché mantenere bellezza e fascino è comunque possibile (guardare le foto di Helen Mirren e colleghe per gli scettici)

Long life 2015/Chirurgia anti age

di Noemi Pizzola 485 giorni fa
La medicina estetica è oggi vista come soluzione “estrema” per guadagnare anni (in giovinezza) su viso, collo e décolleté. Molti degli interventi più nuovi sono però tutt’altro che invasivi, mirando a ringiovanire evitando effetti grotteschi, come il mechanical lifting (che non utilizza bisturi e anestesie) e la tecnica che si serve di fili biostimolanti per distendere i tessuti. Naturalezza è quindi la parola d’ordine per chi sceglie questo tipo di soluzione, che comunque non deve essere presa con leggerezza. Ecco le ultime novità da conoscere in tema anti age

Long life 2015/Ringiovanire mangiando bene

di Noemi Pizzola 485 giorni fa
Negli ultimi anni è diventata una vera moda, ma i suoi effetti benefici erano noti già agli antichi Egizi. La nutricosmetica, che riguarda il benessere di pelle, unghie e capelli attraverso l’impiego di integratori alimentari, si basa su un principio molto semplice: la bellezza la si aiuta agendo anche dall’interno. Contrastare l’attività dei radicali liberi è tra le funzioni principali anti età dei nutricosmetici mirati per la pelle, rimediando anche alle alterazioni cutanee tipiche dell’invecchiamento, come secchezza e perdita di collagene

Long life 2015/Assicurarsi contro Parkinson e Alzheimer

di Elisa Vannetti 485 giorni fa
In gergo tecnico si chiamano Long term care. E sono polizze assicurative per la terza età che danno una rendita mensile dai 500 ai 2.500 euro al verificarsi della non autosufficienza e per tutta la durata della vita. Garantendo un vitalizio in caso di malattie invalidanti come Parkinson o Alzheimer, ma anche al verificarsi di incidenti. Come funzionano? Quanto costano? E quali vantaggi e svantaggi hanno? Of-Osservatorio finanziario ne ha messe a confronto 6

Long Life 2015/Ahi! È in arrivo la financial repression

di Alberto Farina 485 giorni fa
Per i prossimi anni si profila uno scenario di financial repression: i rendimenti saranno più bassi delle medie degli ultimi anni. In generale, gli investitori che puntano su performance di lungo periodo, dovranno da un lato affrontare maggiori incertezze e rischi potenziali di perdite. Dall'altro dovranno imparare gradualmente a diversificare di più, introducendo tipologie di investimento che ancora qualche anno fa erano considerate “esotiche”, oppure adatte a portafogli di elevato ammontare. Ad esempio…

Long Life 2015/Reddito fisso, l’alternativa al materasso

di Alberto Farina 485 giorni fa
L'area in cui si manifesta con maggior forza la “financial repression” è quella del reddito fisso. Lo spread di rendimento fra i Btp a dieci anni e i Bund tedeschi di pari durata è sceso per la prima volta in cinque anni al di sotto dei 100 punti. La deflazione, ovvero la diminuzione generalizzata dei prezzi dei beni e dei servizi è stata a febbraio del -0,4% su base annua tendenziale. Il che equivale grosso modo a dire che anche mantenendo mille euro sotto il materasso non si perderebbe nulla. Ma a partire da marzo la Bce darà inizio alla politica di acquisto di obbligazioni in euro per un ammontare di 60 miliardi al mese per i prossimi 18 mesi. E allora, se funziona…

Long life 2015/Azioni: Aumentano i rischi. E i rendimenti…

di Alberto Farina 485 giorni fa
Le stime dei rendimenti di lungo periodo elaborate da alcuni istituti di ricerca molto qualificati come la banca d'affari Morgan Stanley sulla base di complessi modelli matematici e statistici non sono catastrofiche. L'indice azionario Msci Europe, ad esempio, nel decennio che verrà potrebbe generare un guadagno annuale del 6,8% (5% annuale depurato del tasso di inflazione). Ma il corrispettivo è quello di un rischio di oscillazione del valore del capitale investito enormemente più elevato rispetto alle obbligazioni

Long Life 2015/ Azioni. È tempo di puntare sulle farmaceutiche

di Alberto Farina 485 giorni fa
Uno dei comparti meglio attrezzati a offrire rendimenti superiori alla media, nel segmento azionario, è quello delle società farmaceutiche. Aziende in grado di offrire guadagni in conto capitale ma anche di fruttare un rendimento per dividendi, che per le maggiori case globali è compreso fra il 2 e il 3% annuo. Secondo gli analisti nei prossimi cinque anni il rendimento (guadagno in conto capitale e dividendi) del comparto potrebbe mantenersi a doppia cifra, così come è stato negli ultimi tempi. Se si punta su…