Miglior prestito 2014/L’intervista. Intesa Sanpaolo: “Vi svelo come saranno i nuovi finanziamenti”

La banca numero uno in Italia, Intesa Sanpaolo, ritorna a puntare sui prestiti personali (anche se non si aspetta una grande crescita). Ma cosa vuol dire per il mercato? Cos’è cambiato nel corso dell’ultimo anno? E, soprattutto, come si è modificata l’offerta? Of-Osservatorio finanziario lo ha chiesto a Luciano Ambrosone, Responsabile Prodotti d’Impiego e di Tutela di Intesa Sanpaolo. Che ha svelato cosa accadrà nel corso dei prossimi mesi. Che fine faranno i tassi. E come si trasformeranno i prodotti
di: Elisa Vannetti
19 Maggio 2014
Condividi

Leggi anche:
Miglior prestito 2014/ Il Magazine n. 50
Miglior prestito 2014/ BCC, Hello bank! e Webank. Ecco i vincitori
Miglior prestito 2014/ Lavoratori e pensionati risparmiano il 12%

Assicura di aver incrementato le erogazioni rispetto a un anno fa (anche se non si sbilancia sulle percentuali ufficiali). E ha attiva una promozione con un tasso in offerta sul prestito personale di punta, quello generico, senza finalità specifiche. La banca numero uno in Italia, Intesa Sanpaolo, ritorna a puntare sui prestiti personali (anche se non si aspetta una grande crescita). Ma cosa vuol dire per il mercato? Cos’è cambiato nel corso dell’ultimo anno? E, soprattutto, cosa bisogna aspettarsi per i mesi a venire?

Of-Osservatorio finanziario ha incontrato Luciano Ambrosone, Responsabile Prodotti d’Impiego e di Tutela di Intesa Sanpaolo. Che ha fatto il punto della situazione, spiegando come si sono modificati, non solo i prodotti, ma anche gli stessi clienti nel corso di questi sei anni di crisi. E ha svelato anche come le politiche di scoring (quei punteggi che la banca utilizza per definire se un cliente merita o meno di ottenere un finanziamento) hanno influenzato l’andamento del settore.
Ecco le sue anticipazioni su cosa accadrà nel corso dei prossimi mesi. Che fine faranno i tassi. E come si trasformeranno i prodotti.

Of: In tempi di crisi i finanziamenti servono più che altro per far fronte a problemi di liquidità…
Ambrosone: No, in realtà non è così. I cambiamenti del tessuto produttivo e delle tendenze di consumo stanno generando importanti conseguenze nel ricorso al credito e nella sua percezione da parte delle famiglie italiane.

Of: Che cosa significa?
Ambrosone: Negli ultimi anni, la propensione a richiedere prestiti è cresciuta molto nel nostro paese anche se resta ancora lontana rispetto ad altri paesi europei. Non dobbiamo sottovalutare il ruolo dei prestiti nella crescita economica del nostro paese. A mio parere sarebbe riduttivo interpretare il ricorso al credito come semplice indicatore di una maggiore povertà e degli sforzi per mantenere il tenore di vita delle famiglie.

Of: Chi è allora il cliente tipo?
Ambrosone: Le famiglie utilizzano sempre più i prestiti per anticipare la soddisfazione di bisogni o la realizzazione di progetti che hanno un impatto positivo sulla qualità della vita.

Pagine: 1 2 3 Avanti

Luciano Ambrosone, Responsabile Prodotti d’Impiego e di Tutela di Intesa Sanpaolo






scenari immobiliari il Forum 2016 Of media partner