logo-mini
OF News - OF Osservatorio Finanziario

SOMMARIO

ING Direct, Hellobank! e Banco Popolare sono sul podio nella classifica delle migliori carte di credito. CheBanca!, IWBank e Fineco hanno invece le migliori prepagate. Of-Osservatorio finanziario ha stilato due classifiche. E ha messo a confronto i costi necessari a gestirle un anno intero. Ecco le top five complete. E chi conviene di più

Leggi Anche:

Affari d'estate 2014/Carte di credito vs prepagate: ecco le migliori

Leggi anche:
Affari d’estate 2014/ Conti Correnti, i migliori sotto l’ombrellone
Affari d'estate 2014/Bancomat, carte di credito, prepagate. In vacanza chi vince?
Affari d'estate 2014/Sconti, vacanze e iPad. Ecco i regali delle carte di pagamento
Affari d'estate 2014/Prestiti personali scontati e con il premio
Affari d’estate 2014/ La polizza per non farsi rovinare le vacanze

Quale carta portarsi in valigia? Come scegliere quella che costa meno? Of-Osservatorio finanziario ha messo a confronto 46 carte di credito e 63 prepagate (Fonte DB dei Prodotti Bancari). Per ognuna, ha analizzato i costi di gestione, necessari a mantenerne attiva l'operatività per un anno intero. Ha confrontato i costi necessari a disporre prelievi di denaro contante presso gli sportelli automatici in Italia, in Europa e negli altri paesi del mondo. E ha stilato due classifiche per eleggere le migliori. Ecco quale costa meno.

Le 5 migliori carte di credito
La carta di credito più economica dell'estate 2014 è quella con il minor costo annuo, calcolato sulla base di una simulazione d'uso media, che include, oltre al canone annuo previsto se la carta è associata a un conto corrente dell’istituto (mentre il prezzo sale se la richiesta è inoltrata separatamente), 5 prelievi effettuati nell’area euro, 3 prelievi nel resto del mondo, e 5 commissioni di rifornimento carburante.

Al primo posto si classifica la carta Visa Oro proposta da ING Direct e agganciata al Conto Corrente Arancio con un costo medio annuo di 16 euro. Il canone di abbonamento annuale, infatti, è azzerato se al momento dell’attivazione si dispone anche l’accredito diretto in conto corrente dello stipendio o della pensione, per almeno 3.000 euro. Mentre per i prelievi va messa in conto una commissione di 2 euro, applicata indipendentemente dal fatto che ci si trovi in Italia o all'estero. In caso di smarrimento, anche dall'estero, si può richiedere la riemissione della carta a 138 euro. Mentre non sono previste commissioni per le operazioni di rifornimento carburante.

Hello! Card di Hello bank! , la banca online del gruppo BNL-BNP Paribassi posiziona seconda con un costo medio di 20,64 euro all'anno, secondo il caso ipotetico analizzato da Of. Non sono, infatti, previsti costi di gestione annuale e per il rifornimento di carburante. Mentre i prelievi richiedono una commissione minima che parte da 2,58 euro a operazione. Sono incluse a costo zero, invece, le coperture assicurative, che tutelano in caso di furto dei bagagli o di scippo e rapina di denaro contante prelevato dagli sportelli automatici di altre banche. Anche gli acquisti effettuati con la carta sono protetti, e consentono di ottenere un rimborso fino a un massimo di 1.032 euro, qualora si verificassero furti o rapine.

Richiede una spesa di 21,93 euro all'anno la CartaSi Classic proposta da Banco Popolare ai suoi correntisti. La carta, che si classifica terza, mantiene il canone gratuito se la carta è associata a un conto della banca. Mentre serve una spesa minima di 0,52 euro per i prelievi di contante in zona euro, e 5,16 euro per chi richiede cash negli altri paesi del mondo. Il rifornimento di carburante, infine, comporta maggiorazioni di 0,77 euro a operazione.

A un passo dal podio Carta IW di IWBank che prevede anche la possibilità di rimborsare gli acquisti effettuate in rate mensili. Il costo medio è di 22 euro, i prelievi hanno un costo fisso ovunque di 2,75 euro mentre non ci sono costi per carburante e canone annuale. Con 2 euro in più al mese, inoltre, è possibile sottoscrivere la Polizza Total Care, che consente di ottenere un'estensione di garanzia per gli elettrodomestici e i prodotti informatici acquistati con la carta, offre protezione contro eventuali furti, anche online, e prevede un rimborso in caso di ritardo del viaggio o perdita della coincidenza. Ma solo a patto che il volo in questione sia prenotato con la carta.

---- Chiude la top five, infine, la carta di credito Classic di Fineco con un costo medio annuo di 23,20 euro. Non è applicato, infatti, nessun canone di abbonamento annuale. I prelievi costano in tutto il mondo sempre 2,90 euro. E non è prevista una commissione aggiuntiva nemmeno per le operazioni di rifornimento carburante. Inoltre, è possibile effettuare un Maxi Prelievo fino a 2.000 euro e pagare gli acquisti in modalità revolving, cioè ratealmente.

---- Le 5 migliori prepagate
Le migliori 5 prepagate sono quelle con un costo medio inferiore, calcolato da Of-Osservatorio finanziario sulla base di una specifica simulazione di utilizzo che include, oltre alla quota di rilascio, anche canone annuale, 12 operazioni di ricarica media, 3 prelievi di contante da sportelli automatici di altre banche nell'area euro, 1 prelievo al di fuori della zona euro e 5 disposizioni di bonifico.

La carta prepagata più economica è Conto Tascabile di CheBanca! , dotata di codice Iban per l'effettuazione di bonifici e pagamenti, con un costo medio annuo di 15 euro. Il canone mensile, infatti, è fisso a 1 euro. Mentre tutte le operazioni di ricarica, i bonifici online e i prelievi di contante nei paesi europei sono a zero. Resta invece applicato un costo di 3 euro per le operazioni di richiesta cash al di fuori della zona euro.

Con 16,60 euro si posiziona seconda la prepagata standard IWBag di IWBank. Rilascio e canone sono gratuiti mentre la ricarica, da effettuare solo online dall’home banking, ha un costo di 0,75 euro. Per i prelievi invece è prevista una spesa di 1,90 euro, che resta fissa indipendentemente dai paesi del mondo in cui viene disposta l'operazione.

Terza classificata è Carta Ricaricabile di Fineco, dotata di tecnologia contactless per i pagamenti senza contatto presso i terminali bancomat abilitati. Il costo medio per gestire la carta nel corso dei primi 12 mesi è pari a 17,75 euro. Non è prevista nessuna spesa per il rilascio, mentre il canone annuo richiede un esborso di 9,95 euro. Non sono previste commissioni di ricarica e i prelievi costano sempre 2,90 euro, da qualsiasi parte del mondo.

Fuori dal podio la CabelPay Web richiedibile dai clienti della banca online BCCForWeb della BCC di Pisa e Fornacette con una spesa media annuale di 20 euro. Per il rilascio servono 10 euro, il canone è gratuito così come le ricariche effettuate dall’Internet banking e dagli sportelli automatici. Mentre il prelievo in area Sepa costa 2 euro e extra Sepa 4.

Si è da poco arricchita della tecnologia senza contatto Sella Money Ricarica No Cost di Banca Sella, che occupa la quinta posizione. Dotata di codice Iban, ha un costo medio di 22 euro che include: canone annuo di 11 euro, prelievi Sepa a 2 euro e nel resto del mondo a 5 euro. Mentre rilascio e bonifici sono gratuiti.

» Vai allo speciale

© Of-Osservatorio finanziario – riproduzione riservata


Il nostro network

Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Vai al sito

Visita il sito