Back to School. Un prestito per abbattere il caro-scuola (aggiornato)

Se l’acquisto del materiale scolastico è un peso, i genitori possono richiedere finanziamenti finalizzati. Sia per affrontare le spese dei più piccoli che per iscrivere il figlio a un master in Italia o all’estero. E se lo studente è meritevole, le condizioni sono migliori. Ecco le banche che propongono prodotti ad hoc, alcuni però con promozioni a tempo limitato
di: Eleonora Riva
27 Agosto 2014
Condividi

Leggi anche:
Back to School. Giovani che si mantengono da soli
Back to School. I libri per la scuola costano fino al 20% in meno (online)
Back to School. Il testo è scontato nel carrello del supermercato
Back to School. Apple, Google, Samsung e TIM: i nuovi compagni di banco
Back to School. Una app come prof
Back to School. Dal Mac al tablet: tutto è in saldo per gli studenti
Back to School. Quaderni, zaini, diari: sconti online oltre il 50%

Per chi ha bisogno di un aiuto per affrontare tutte le spese scolastiche, una soluzione potrebbe essere quella di richiedere un prestito finalizzato in banca. Le proposte sono diverse: alcune come nel caso del Banco Popolare, di Banca Popolare di Bari o Findomestic sono offerte a tempo. Mentre altre banche, prima su tutti UniCredit, propongono ormai da anni gli stessi finanziamenti. E non si tratta solo di prestiti personali ma anche di linee di credito in conto corrente, soprattutto per gli studenti più meritevoli.

Rispetto all’aggiornamento del 28 luglio 2014, sono diverse le banche che hanno proposto un finanziamento ad hoc per le famiglie di ragazzi in età scolastica.

Fino al 31 dicembre è possibile richiedere Prestito BancoPosta Studi con importo da 1.000 a 5.000 euro per nucleo familiare in base alla scuola frequentata dal figlio: 1.000 euro per quella elementare o quella media inferiore, 2.000 euro per la media superiore e 3.000 euro per l'università. La durata va da un minimo di 12 a un massimo di 24 mesi e non sono previste spese di istruttoria. Ad esempio, un prestito da 3.000 euro deve essere restituito in 24 rate mensili da 136,36 euro con Tan fisso dell'8,50% e Taeg 9,47%.

I clienti BPM, invece, fino al 30 settembre 2014, possono richiedere Presta Scuola: fino a 1.500 euro con durata da 6 a 12 mesi, per l'acquisto di materiale scolastico per i ragazzi delle scuole primarie e secondarie. Il Tan è fisso del 5,90% e non sono previste spese di istruttoria.

E sempre fino a fine settembre si può richiedere nelle filiali di Banca Carige Mysura Scuola 2014, il finanziamento di Creditis che permette di ottenere fino a 3.000 euro. Ad esempio, un prestito da 2.000 euro va rimborsato in 11 rate mensili, la prima da 100 euro e le successive da 200 euro, con Tan 9,48% e Taeg 9,90%.

L’Operazione Studenti lanciata nel periodo estivo da Banca Popolare di Vicenza include invece due finanziamenti. Libri di testo, computer e abbonamenti dell’autobus o del treno possono essere finanziati con Studio e Trasporti che permette di richiedere da 200 a 2.000 euro a Tan 0% e senza costi aggiuntivi, da restituire in 10 rate. Mentre Rette Universitarie finanzia il proseguimento degli studi dei giovani universitari con importi da 3.000 a 16.000 euro e durata 12 mesi con Tan fisso al 10%.

Ed ecco le altre proposte ancora attive.

Il 21 luglio 2014, Banco Popolare ha lanciato “Prestito libri 2014”, una soluzione di prestito personale dedicato alle spese d’istruzione e formazione scolastica e universitaria, riservato a tutte le famiglie con figli studenti, dalle scuole primarie all’università.
Il finanziamento va da un minimo di 500 euro a un massimo di 1.000 euro a tasso zero per l’acquisto di libri e materiale di studio, rimborsabile fino a 18 mesi.
Banco Popolare offre inoltre soluzioni personalizzate per gli studenti che dovessero avere esigenze di finanziamento di importi più elevati come, per esempio, per il pagamento delle tasse universitarie, l’iscrizione a Master post-laurea o le spese legate a programmi di formazione Erasmus.

Pagine: 1 2 3 Avanti





scenari immobiliari il Forum 2016 Of media partner