logo-mini
OF News - OF Osservatorio Finanziario

SOMMARIO

Non solo servizi di banking per gestire conti e carte. Ma anche piattaforme di pagamento elettroniche. Per fare acquisti online e nei negozi semplicemente utilizzando il cellulare. Nell’attesa che arrivi il nuovissimo Apple Pay anche in Italia proliferano i wallet digitali. Come funzionano? Cosa permettono di fare? Ecco le novità dell’ultimo anno

Leggi Anche:

Miglior App Finanza 2015/ I pagamenti da cellulare. Aspettando Apple Pay

Leggi anche:
» Miglior App Finanza 2015/ La banca vuole essere un’app
» E la Miglior App Finanza 2015 è…
» OfMiglior Home Banking 2015

Non servono solo per gestire conti correnti e carte. Ma diventano anche strumenti di pagamento a tutti gli effetti. Il 2015 è l’anno dei portafogli elettronici (o wallet) , quelli digitali che si installano direttamente sul display del telefonino. E che con una app permettono di fare acquisti e gestire anche tutte le carte di credito o prepagate collegate. Pagando le spese disposte nei negozi grazie alla tecnologia senza contatto. O facendo compere sui portali di e-commerce partner con un semplice clic, e senza dover inserire i dati reali delle carte di credito. Le app di mobile payments lanciate nell’ultimo vanno ad affiancarsi a quelle già esistenti, in fase di test o avviate negli anni scorsi. Of-Osservatorio finanziario ha analizzato tutte le novità degli ultimi 12 mesi. Ecco cosa c’è di nuovo sul mercato. Nell’attesa che arrivi anche in Italia il nuovissimo Apple Pay che già, pare, abbia iniziato a prendere accordi con vari partner commerciali in Italia e in Europa.

L’ultima novità in ordine di tempo è Hype di Banca Sella, lanciata a fine febbraio in occasione della Social Media Week di Milano. La nuova app per i pagamenti da mobile in pratica funziona come un borsellino elettronico per gli acquisti dal cellulare. E integra al suo interno una carta prepagata virtuale, Hype appunto, sulla quale vengono addebitate le spese effettuate. Il servizio di moneta elettronica include anche un codice Iban da utilizzare per gli acquisti online o nei negozi richiedendo l’emissione della carta prepagata fisica (a costo zero). Mentre per la ricarica, da qualsiasi canale, non sono previste spese aggiuntive.

Dall’app, poi, oltre a ricaricare la carta è possibile anche controllare l’andamento di entrate e uscite, fissare degli obiettivi di spesa e di risparmio, scambiare denaro in tempo reale con un amico utilizzando solo il numero di telefono come se si inviasse un sms. Mentre, qualora si rimanesse senza un soldo, basta un solo tap per inoltrare a un amico della rubrica una richiesta di ricarica immediata.

Anche Intesa Sanpaolo, nel corso dell’ultimo anno, ha avviato la sua prima sperimentazione in materia di mobile payments. E a presentato, in collaborazione con Telecom Italia, il suo wallet virtuale personalizzato. L’app si chiama Tim SmartPay, e al suo interno, grazie alla collaborazione con Visa, è possibile inserire la versione tutta virtuale della nuova carta prepagata Tim SmartPay della banca.

Così, con lo smartphone (purché Android) si possono effettuare pagamenti da mobile grazie alla tecnologia senza contatto integrata, ma anche ricaricare il cellulare e verificare saldo e movimenti disposti via mobile. Inoltre all’interno del portafoglio digitale si possono salvare le carte fedeltà e i biglietti di Expo 2015. Mentre grazie all’apposita funzione si possono acquistare i biglietti dei mezzi di trasporto con pochi clic sullo schermo.

---- Sfrutta lo stesso portafoglio elettronico creato da Telecom Italia anche Banca Mediolanum che, per l’occasione, ha creato un’apposita carta virtualizzabile da collegare al servizio. Mediolanum Freedom Easy Card, sviluppata in collaborazione con CartaSi, è una carta prepagata che, inserita all’interno del Mediolanum Wallet, permette di sfruttare i pagamenti senza contatto nei negozi aderenti all’iniziativa. All’account elettronico, inoltre, possono essere collegati anche un conto corrente Banca Mediolanum e una carta di debito Mediolanum Card.

Risale a poco meno di un anno fa, invece, YouPass Wallet di BNL Gruppo BNP Paribas, per effettuare pagamenti, gestire le carte virtuali memorizzate sulla sim card, registrare carte fedeltà e classificare le spese. Anche se, nel corso degli ultimi mesi è stata al centro di numerose promozioni che offrono sconti sull’acquisto di prodotti e servizi presso i portali di e-commerce partner dell’iniziativa. Purché si accetti di disporre il pagamento direttamente dal telefonino. C’è tempo fino al 30 giugno, per esempio, per ricevere un buono acquisto di 15 euro da spendere sul portale Ibs.it. Mentre chi fa acquisti su Monclick riceve un buono sconto di 10 sul primo acquisto.

Sul finire del 2014 è stata la volta di UBI Banca che ha presentato il nuovo applicativo di mobile payments UBI Pay che consente di disporre pagamenti senza contatto nei negozi abilitati, e permette di inviare piccole somme di denaro agli amici attraverso il numero di cellulare, visualizzando al contempo anche i movimenti in entrata ed uscita. In più funziona come un wallet per gli acquisti online grazie alle carte di credito o alle prepagate collegate.

WoW, acronimo di Wallet of Wallet, infine, è il nuovo borsellino elettronico di CheBanca! lanciato verso la fine dello scorso anno, ma spesso al centro di numerose campagne anche nei mesi seguenti. Via app è possibile disporre pagamenti in mobilità e, a differenza della maggior parte dei servizi di mobile payments attivati, il servizio è utilizzabile da tutti, anche da chi non è ancora cliente CheBanca!. Ma solo a patto che integri il wallet con il borsellino elettronico di PayPal o con una carta Visa o MasterCard di una qualsiasi banca.

L'app, disponibile in versione iOS, Android e Windows Mobile, consente di pagare bollettini bianchi e premarcati, trasferire denaro in tempo reale agli amici con la funzione SendMoney di PayPal, fare ricariche telefoniche, pagare bollette Telecom e confermare il pagamento di un acquisto eseguito sui portali di e-commerce tramite il circuito MasterPass.
Inoltre, è anche possibile inoltrare in pochi clic il pagamento del bollo auto e del canone RAI, ricaricare le tessere prepagate del servizio Mediaset Premium e sottoscrivere l’abbonamento dei trasporti pubblici per le città convenzionate.

© Of-Osservatorio finanziario - riproduzione riservata


Il nostro network

Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Vai al sito

Visita il sito