Batti lo stress. Guadagna il 2%

A 12 mesi in media si guadagna l’1,16%. A 6 mesi la remunerazione è dell’1,05%. Ma con le offerte di periodo si può arrivare fino al 2,15% lordo vincolando a un anno. Mentre sui 6 mesi l’offerta migliore garantisce un tasso del 2,00%. Ecco i conti di deposito e le linee vincolate a 6 e 12 mesi che combattono la volatilità e battono l’inflazione
di: Eleonora Riva
16 Febbraio 2016
Condividi

La crisi che sta colpendo i mercati finanziari sta riportando gli investitori verso forme di risparmio più sicure. Non a caso, è forte il ritorno al conto di deposito e ai vincoli in conto corrente, da sempre due soluzioni tra le preferite dai risparmiatori italiani. Nel primo caso il cliente deve spostare le giacenze sul nuovo prodotto mentre nel secondo è necessario solo vincolare parte delle somme presenti sul conto corrente, avviando così un cosiddetto time deposit. E con il vantaggio di non dover pagare l’importa di bollo proporzionale dello 0,20% imposta invece ai depositi vincolati.

I tassi di interesse non sono però più quelli di una volta, quando si poteva arrivare ad ottenere anche il 3%-4% sui 12 mesi, ma con l’inflazione che si attesta allo 0,30% e che dovrebbe restare a questo livello, secondo le previsioni, ancora per un anno, investire in un deposito vincolato è ancora vantaggioso, soprattutto sui periodi più brevi che non superino i 12 mesi (un periodo durante il quale, presumibilmente, l’inflazione stazionerà ai livelli attuali).

Analizzando le offerte di conti di deposito e linee vincolate presenti nel DB Prodotti Bancari di Of-Osservatorio finanziario, su un totale di 45 prodotti, vincolando a 6 mesi si ottiene in media l’1,05% lordo mentre a 12 mesi l’1,16%. Ma le offerte possono arrivare a superare anche il 2,00% lordo, soprattutto se si è nuovi clienti oppure se si apporta nuova liquidità. Ecco quali sono le migliori del periodo.

I migliori rendimenti a 6 mesi


Sono quattro gli istituti di credito, presenti nel DB Prodotti Bancari, che prevedono un tasso lordo del 2,00%, il più elevato del periodo, in caso di vincolo a 6 mesi. Widiba, la banca online di Monte dei Paschi di Siena, lo offre ai nuovi clienti che scelgono di aprire un nuovo conto corrente a canone zero e di attivare una linea vincolata con importo minimo di 1.000 euro entro il 10 marzo 2016.

Banca Popolare di Vicenza prevede lo stesso tasso per chi entro il 29 febbraio 2016 richiede, via Internet banking o in filiale, Deposito Vincolato BPVi, apportando nuove somme pari almeno a 1.000 euro.

Credem, invece, rende il 2,00% fino al 21 febbraio con il Listino Attacco Carpe Diem di Deposito Più solo se oltre alla linea vincolata si sottoscrive una polizza unit linked oppure prodotti di risparmio gestito o assicurativi (pari ad almeno il 30% dell’investimento complessivo). Considerando, ad esempio, un investimento di 10.000 euro (il minimo è di 5.000) la componente Deposito Più dovrà quindi essere pari a 7.000 euro e quella in prodotti di risparmio gestito di 3.000.

Pagine: 1 2 Avanti