logo-mini
Samsung Pay: arriva in Italia l'anti-Apple OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

Pagare la spesa nei negozi e il caffè al bar con lo smartphone. Arriva in Italia Samsung Pay il sistema di pagamento mobile firmato Samsung. Ecco come funziona. Chi lo può utilizzare. E in cosa differisce dal rivale di casa Apple

Samsung Pay: arriva in Italia l'anti-Apple

Da giovedì 22 marzo 2018, Samsung Pay è ufficialmente attivabile anche in Italia. Pagare in negozio, al supermercato o al bar in modalità senza contatto è quindi possibile non solo per i possessori di iPhone con Apple Pay, ma anche per i numerosi che hanno in tasca uno smartphone Samsung. Ma con qualche importante differenza.

Da subito sono i clienti di Intesa Sanpaolo, UniCredit, CheBanca!, Banca Mediolanum, BNL BNP Paribas, Visa, Mastercard e Nexi a potere utilizzare l'applicazione scaricabile da Google Play. Bastano pochi tap per attivare Samsung Pay: dopo avere fatto riconoscere la carta ( o le carte) di credito e prepagata fotografandola dallo stesso cellulare e avere inserito i propri dati, si seleziona la carta che si desidera usare e si avvicina il cellulare al Pos. L'app di Samsung Pay è già stata installata dopo l’ultimo aggiornamento sugli smartphone compatibili (Galaxy Note8, Galaxy S8 | S8+, Galaxy A8, Galaxy S7 edge, Galaxy S7, Galaxy A5 2017, Galaxy A5 2016).

Il servizio, come Apple Pay, è utilizzabile presso tutti i negozi che già dispongono di un lettore di carte di credito senza contatto. Funziona, infatti, proprio come una tradizionale carta contactless e monta la stessa tecnologia NFC per i pagamenti senza contatto. Non solo: anche qualora non dovesse esserci un pos contactless è possibile effettuare comunque il pagamento. Il servizio, infatti, funziona anche con la tecnologia Magnetic Secure Transmission (MST) installata sui lettori di schede più vecchi: basta quindi avvicinare il cellulare (come fosse una carta) vicino a dove si trova la banda magnetica per autorizzare la transazione.

Rispetto al più noto Apple Pay, attivo per ora solo in alcune banche tra cui Banca Mediolanum, UniCredit e Widiba, Samsung Pay è un po' più veloce: basta infatti un tocco sulla parte inferiore dello schermo del telefono e immediatamente compiono a scorrimento verso l’alto le carte di pagamento collegate all’account. Il servizio di pagamento, poi, è utilizzabile anche se il telefono è bloccato e con lo schermo nero: con un tap si apre la carta che si desidera e il pagamento viene effettuato. Inoltre, l'app di Samsung oltre alla impronta digitale, permette un rapido riconoscimento attraverso sia la scansione dell’iride sia il consueto codice PIN.

© OF Osservatorio Finanziario - riproduzione riservata

Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito