logo-mini
Oltre lo sci: le attività sulla neve da provare subito OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

A Madonna di Campiglio si prova lo sleddog, la slitta trainata dai cani husky, mentre sulla Marmolada si visita il museo “più alto” d’Europa, a oltre 3000 metri di altitudine. A Livigno e a Cortina si sfreccia in fat bike, sui kart e in motoslitta. E ancora, ci si dà al trekking all’ombra del Monte Bianco, si prende il Trenino Rosso a Tirano e si esplora la grotta di ghiaccio a Cervinia. La montagna non è più solo discese e sci e soddisfa il popolo degli “Snow Lovers No Skiers”

Oltre lo sci: le attività sulla neve da provare subito

» Vai allo speciale. Guarda la photogallery e il video

Motoslitta, kart su ghiaccio, ciaspolate, fat bike, sleddog… Chi l’ha detto che la montagna, in inverno, è fatta solo per sciare? Ormai tutte le località più frequentate hanno provveduto a soddisfare un turismo sempre più variegato ed esigente, attratto comunque dalla neve ma che, alle classiche discese sugli sci o sullo snowboard, preferisce attività di uguale adrenalina ma anche più originali e rilassanti. Un fenomeno in crescita, tanto da guadagnarsi anche una sigla, quella di “Slons”, ovvero Snow Lovers No Skiers.
Ecco quindi le attività più interessanti e divertenti da provare subito. È possibile che per le iniziative citate ci siano già diverse prenotazioni, meglio quindi informarsi e prenotare anticipatamente oppure verificare in loco se ci siano offerte last minute.

Cortina, in motoslitta e sui kart


La “Regina delle Dolomiti” si è imposta negli anni come meta di punta per quei turisti a cui piace la montagna anche senza sci. Oltre all’intrattenimento mondano, culturale e gastronomico, sono infatti moltissime le attività proposte. Tra queste spiccano le escursioni in motoslitta organizzate dalla società Tre Cime Service, nei pressi del lago Antorno, ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo, dove si può scegliere tra due tipi di guide. Motoslitta Circuito (costo: 40 euro) prevede un tour di 20 minuti nel bosco che circonda il lago, mentre Motoslitta Safari (110 euro) si snoda tra un percorso di 20 km ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo. Inoltre si può usufruire della promo che a 50 euro include escursione in motoslitta, discesa su slittino e pranzo in chalet.

A 3 km da Cortina, invece, Snow Ice, oltre a corsi sulla guida sicura, organizza giri in pista di ghiaccio con i kart, pensati per grandi e bambini, con mezzi allestiti anche per portatori di handicap. I prezzi per il noleggio partono dai 30 euro.

Dove dormire. Il 3 stelle Hotel Pontechiesa, a pochi passi da Corso Italia, costa 60 euro a notte a persona fino al 28 gennaio, 80 euro in mezza pensione.

Sulla Marmolada, nel museo più alto d’Europa


È stato recentemente ristrutturato il Museo della Grande Guerra che sorge a 3000 metri di altitudine, conquistando il titolo di più alto in Europa. Il visitatore si muove in un percorso interattivo e sensoriale suddiviso in 12 ambienti che lo porta a immedesimarsi nelle difficili condizioni climatiche d’alta quota. Tra le sezioni si può ad esempio scoprire la “Eisstadt”, la città di ghiaccio scavata all’interno dei crepacci dalle truppe austroungariche; visitare la sala interamente dedicata alle armi e la “Galleria di vita” che spiega come gli eserciti fronteggiassero le forze spietate della natura.
La visita al museo è gratuita ma occorre acquistare il ticket della funivia (30 euro a/r da Malga Ciapela a Marmolada).

---- Dove dormire. Dal 16 al 30 gennaio, 7 giorni in mezza pensione costano 320 euro a persona al 3 stelle Hotel Aurora di Rocca Pietore (provincia di Belluno).

Val Gardena, passeggiate notturne


Per una serata fuori dagli schemi, ogni giovedì è possibile partecipare passeggiate notturne che partono alle 18.30 dall’Associazione Turistica di Ortisei. Dopo circa 3 ore di cammino si cena in baita. Il costo è di 30 euro per chi soggiorna negli esercizi ricettivi partner di Val Gardena Active, 40 euro per chi soggiorna in altri esercizi.

La Val Gardena è poi la meta ideale per chi ama fare lunghe escursioni. Sul portale Dolomitesalpine.it è possibile visualizzare decine di proposte di percorsi con mappe interattive, immagini, descrizioni, difficoltà, durata e dislivello.

Dove dormire. Costa 144 euro a persona al giorno in mezza pensione prenotare al 4 stelle Hotel Angelo Engel nel centro di Ortisei (tariffa valida fino al 24 gennaio).

Madonna di Campiglio, sleddog e ciaspolate


Chiunque abbia sperimentato lo sleddog, ovvero l’escursione in slitta trainata dai cani, lo descrive come un’esperienza unica. A Madonna di Campiglio, la scuola di sleddog Athabaska (che è anche agriturismo) effettua escursioni invernali a partire dal 20 gennaio con i cani husky, presso la Piana di Nambino. L’escursione costa 80 euro a persona, mentre vi è anche la possibilità di condurre in prima persona la slitta (costo: 100 euro).
Le attività si accompagnano con la scoperta della fattoria invernale, situata a malga Darè, nel cuore del Parco Naturale Adamello Brenta, a circa 10 minuti dal centro di Madonna di Campiglio. Qui ci si può avvicinare agli animali ospitati, come mucche scozzesi, lama, alpaca e maialini thailandesi.

E per fare un po’ di sport, si possono esplorare le località della Val Rendena sulle ciaspole, immersi tra i boschi delle Dolomiti. Sono numerosi gli itinerari presenti, da consultare direttamente dal sito Campigliodolomiti.it, scegliendo in base alla durata e alla difficoltà. Tra i più semplici, il Sentiero dei Siori è un percorso adatto a tutti, da percorrere in un’ora e mezza e con un dislivello minimo, di appena 40 metri.

Dove dormire. Con 72 euro al giorno si soggiorna in mezza pensione al 3 stelle Hotel Touring di Madonna di Campiglio (prezzo valido fino al 31 gennaio).

----

Livigno, a bordo di fat bike, motoslitta o Trenino Rosso


Il “piccolo Tibet” italiano vanta la scuola MTB che organizza escursioni guidate tutti i giorni in mountain bike, con un programma interamente dedicato ai più piccoli. Tra le specialità della scuola non può mancare la fat bike, sport sulla neve in forte ascesa che altro non è che una bici dotata di grosse ruote che permettono di pedalare senza difficoltà su percorsi innevati. Agli sportivi vengono ad esempio proposti percorsi in fat bike serali, con cena in rifugio al costo di 75 euro.
In tema di esperienze adrenaliniche si può provare anche la motoslitta, presso la società Motoslitte Livigno (dove noleggiare anche i kart) che mette a disposizione una pista battuta di oltre 10 km. Il costo del noleggio è di 50 euro per 30 minuti di percorso, accompagnati da guida esperta; 35 euro per 15 minuti.

Imperdibile anche una gita sul celebre Trenino Rosso del Bernina che dai 429 metri di altitudine di Tirano (a un’ora e mezza da Livigno) conduce ai 2253 dell’Ospizio Bernina, per poi ridiscendere nella vallata del fiume Inn e finire la corsa, dopo 12 fermate, nella patinata St. Moritz. Inoltre è possibile programmare delle soste intermedie, fermandosi per visitare le località e prendere il treno successivo. Il costo del biglietto a/r Tirano-St. Moritz è di 62 franchi svizzeri in seconda classe (57 euro), 110 in prima (101 euro).

Dove dormire. Partono dai 65 euro al giorno al giorno a persona le tariffe del 4 stelle Hotel Bivio, nel centro di Livigno.

Cervinia tra pattinaggio, kart e grotta di ghiaccio


Pattinare all’ombra del Cervino, sfrecciare su velocissimi kart oppure esplorare la grotta di ghiaccio più alta d’Europa. Sono solo alcune delle attività che si possono provare a Cervinia. La pista di pattinaggio di ghiaccio naturale è aperta tutti i giorni da novembre a marzo dalle 9 del mattino fino a mezzanotte; costa 6 euro il noleggio pattini, 7 l’entrata in pista.

Per chi preferisce attività più adrenaliniche, all’entrata del paese, si trova invece Ice Kart Cervinia (aperta da dicembre a marzo), dove correre su due percorsi differenti, da 500 e 800 metri. Il costo è di 25 euro per la sessione da 15 minuti, comprendendo noleggio kart, casco e cronometraggio.
Infine, gli amanti dell’avventura possono entrare nella grotta di ghiaccio più alta d’Europa, situata a quasi 4000 metri all’arrivo della funivia del Piccolo Cervino e raggiungibile attraverso una galleria lunga 50 metri scavata nel ghiaccio. Il costo della visita è di circa 7 euro.

Dove dormire. Al 4 stelle Hotel Punta Maquignaz nel centro di Cervinia, fino al 16 febbraio, i prezzi giornalieri in camera standard con mezza pensione ammontano a 116 euro a persona.

----

Courmayeur, trekking all’ombra del Monte Bianco


La Val Vény e la Val Ferret sono due delle più belle valli alpine da cui ammirare la cima del Monte Bianco ed entrambe offrono sentieri da trekking semplici. Quello della Val Vény passa per il sentiero del Mont Fortin, i laghetti alpini dei Vesses e del Col Chécrout fino ad arrivare al rifugio Maison Vielle, mentre il percorso della Val Ferret prevede diverse varianti da scegliere in base al grado di difficoltà che si vuole affrontare. La più semplice inizia da Planpicieux per giungere al rifugio Bonatti e dirigersi poi in discesa verso l’Arp Nouvaz.

Chi non se la sentisse di affrontare a piedi tutto il tragitto può comunque raggiungere il tetto d’Europa utilizzando il nuovissimo impianto Skyway Monte Bianco che conduce al punto più vicino alla vetta del Monte Bianco, Punta Helbronner, a 3466 metri di altitudine, su una terrazza con panorama a 360 gradi. Inoltre dal 17 al 21 gennaio e dal 24 al 28 gennaio è valida la promo che a partire da 327 euro a persona include 3 notti in hotel, salita con pranzo a SkyWay Monte Bianco e ingresso alle Terme di Pré Saint Didier.

Dove dormire. Pernottare al 3 stelle Hotel Courmayeur costa dai 150 euro al giorno in mezza pensione fino al 24 gennaio.

© Of-Osservatorio finanziario riproduzione riservata

Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Vai al sito

Visita il sito