logo-mini
Novembre 2019. I migliori conti correnti, mutui, prestiti OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

Con la PSD2 e l’Open banking aumenta considerevolmente il numero di prodotti bancari offerti da realtà diverse dalle banche tradizionali: Fintech, challenger banks, Telco e Big Tech. Gli istituti di credito classici rispondono cercando di focalizzarsi su un numero ristretto di prodotti. Poste Italiane, ad esempio, lancia nuove versioni del Conto BancoPosta e pensa ai private. Banca Mediolanum pensa a un’offerta green e dopo il mutuo lancia un prestito sostenibile. Ecco tutte le novità del mese

Novembre 2019. I migliori conti correnti, mutui, prestiti

Leggi anche:
Settembre 2019. I migliori conti, mutui, prestiti
Luglio 2019. I migliori conti, mutui, prestiti

Tratto dalle schede del DB Prodotti Bancari presenti nel rapporto La Bussola Retail di novembre 2019

PSD2 e Open banking, come previsto, stanno scuotendo il settore bancario. Ogni mese si segnala qualche novità e il lancio di nuovi operatori. E se le Fintech e le challenger banks non sembrano essere un avversario temibile (con le prime anzi si è iniziato a collaborare mentre le seconde hanno revenue model troppo bassi) le vere sfide sono lanciate da Telco e soprattutto GAFA: ultima in ordine di annuncio è Google, che con Cache lancia un suo conto corrente, anche se in collaborazione con alcune banche USA. Ma c'è anche Facebook, che dopo avere accantonato (per ora) il progetto Libra, riparte all'assalto del mercato bancario con un suo wallet, Facebook Pay. Mentre in Francia, si parla di una banca dell'operatore telefonico Iliad e in Italia, Tim ha siglato un accordo con Santander per prodotti dedicati al credito al consumo.

E dunque, la domanda rimane: in un contesto altamente competitivo e su scala globale, come possono sopravvivere le banche tradizionali? Sicuramente con una specializzazione su un numero ristretto di prodotti. Per sviluppare certo un'offerta più limitata, ma anche sicuramente più focalizzata sui target e con un numero maggiore di servizi ad alto valore aggiunto. In questa ottica, numerose indicazioni sui possibili sviluppi del mercato sono emerse recentemente e sono state tra l'altro al centro delle presentazioni durante il Salone dei Pagamenti a Milano. Poste Italiane ha presentato un nuovo pagamento con Qr Code che punta a farlo diventare il sistema più utilizzato in Italia per finalizzare gli acquisti. E allo stesso tempo si focalizza sul comparto private, con un nuovo servizio di consulenza. UBI Banca, sempre in quel contesto, ha annunciato che con l'Open banking si concentrerà maggiormente su lending e wealth management, mentre Iccrea punterà sulla monetica e si prepara al lancio di una prepagata digitale.
Ma oltre alla tecnologia, le banche si stanno applicando a cambiare e ad aggiornare il carnet prodotti. Ecco le novità più rilevanti.

CONTI CORRENTI. Prosegue il lavoro di ritocco e rilancio dell'offerta dei conti correnti, con un aumento generalizzato delle principali condizioni economiche. Abbandonando, così, sempre di più quel vecchio concetto di conto a zero, ormai non più sostenibile, per sostituirlo con proposte più personalizzate. Ne è un esempio il nuovo Conto BancoPosta, ora disponibile in 5 versioni. Si va dal pacchetto per i giovani a quello per chi preferisce operare online, arrivando alla proposta per la clientela affluent e private che sceglie il nuovo servizio di consulenza PostePremium. Banco BPM ha scelto di abbandonare il brand YouBanking, cancellando sia il conto online gratuito sia il deposito remunerato. E anche CheBanca!, come precedentemente annunciato, si prepara da gennaio 2020 ad aumentare i costi del suo Conto Yellow, dopo aver modificato quelli dell’ormai ex prodotto a zero Conto Digital..

MUTUI. Nel mese di rilevazione si segnala principalmente una proroga delle promozioni già attivate in precedenza dai principali istituti bancari. Con alcune nuove entrate, come Banca Mediolanum che, sulla scia di Intesa Sanpaolo, propone uno sconto dello 0,20% sugli spread rispetto a quanto comunicato nei fogli informativi. Il 2020 sarà un anno cruciale per capire le strategie delle banche in questo comparto. Che dovranno affrontare il graduale arrivo dei nuovi parametri, la cui piena operatività avverrà solo nel 2022, ma anche la permanenza dei tassi ai minimi che stanno portando alla terza ondata di surroghe.

PRESTITI. Con l’avvicinarsi del Black Friday e del Natale si segnala un aumento nelle offerte a tempo sui prestiti personali. Le finanziarie Agos e Findomestic propongono già offerte anticipate sul Venerdì Nero. E Tan scontati per l’occasione sono proposti anche da BPER Banca (al 5,49%) e da Sella Personal Credit (al 7,02%). Gli altri istituti, invece, continuano con le offerte già avviate in precedenza. BNL, ad esempio, pubblicizza il prestito per i giovani universitari, Poste Italiane quelli per il consolidamento e la ristrutturazione mentre UBI Banca ha avviato una campagna “autunnale” per promuovere la sua gamma Creditopplà e la soluzione da richiedere via Internet banking.

CARTE E PAGAMENTI. I pagamenti diventano sempre più digitali e l’esperienza d’acquisto si trasforma diventando virtuale e omnicanale. Nel mese di rilevazione molte sono le novità presentate. Le carte di credito entrano nei nuovi wallet mobile. Chi ancora mancava, ha reso disponibile in questo mese il portafoglio digitale di Apple Pay. È il caso di BNL BNP Paribas, della controllata Hello bank!, BPER Banca e Deutsche Bank. Bancomat Pay sarà a breve disponibile su Samsung Pay e dal prossimo anno stringerà accordi anche con gli altri player. Mentre Intesa Sanpaolo ha avviato una campagna per promuovere la possibilità di fare acquisti e pagare anche i biglietti della metropolitana milanese con Samsung Pay. Prosegue anche l’impegno di Poste Italiane per la digitalizzazione della carta Postepay, con la creazione del nuovo sistema di pagamento in shop con Qr Code.

I MIGLIORI DEL MESE

Conti: Conto BancoPosta di Poste Italiane
Poste Italiane, dal 21 ottobre 2019, ha scelto di proporre una nuova versione del Conto BancoPosta che rispetto alla precedente, caratterizzata da un'unica offerta, prevede ora diversi pacchetti, denominati "opzioni" che si adeguano alle esigenze dei clienti che lo sottoscrivono.
La versione Start, ad esempio, è dedicata ai clienti con bassa operatività e semplici esigenze finanziarie. Il canone mensile è di 6 euro e include: carta di debito per il primo e il secondo intestatario e Internet banking. Gratuito anche il rilascio di un carnet assegni l'anno. Il canone può essere dimezzato a 3 euro al mese: 1 euro di sconto si ottiene con l'accredito dello stipendio o della pensione mentre 2 euro se si mantiene una giacenza media mensile superiore a 3.000 euro.
Start Giovani è l'opzione di Conto BancoPosta per i giovani con meno di 30 anni e operatività online. Il canone mensile di 2 euro include: carta di debito, Internet banking, bonifici e postagiro online illimitati. Anche in questo caso è incluso il carnet assegni e il canone può essere ridotto o azzerato: 1 euro in meno con l'accredito dello stipendio e 1 euro con possesso di una prepagata Postepay Evolution.

Mutui: gamma mutui di BNL-BNP Paribas
BNL BNP Paribas e la controllata online Hello bank!, dal 1° novembre 2019, hanno rinnovato l'offerta sui mutui. Mutuo BNL Variabile mantiene uno spread dello 0,90% per Ltv al 50%. Per Ltv al 65% si ha ancora lo 0,95% e resta invariato all'1,10% per Ltv fino all'80%. Per quanto riguarda il finanziamento a tasso fisso Mutuo BNL Spensierato, con Ltv al 50% e al 65% si ha un Tan dello 0,70% e dell'1% per Ltv all'80% dall'1,40% all'1%.

Prestiti: Eco+ Mobility di Banca Mediolanum
Banca Mediolanum ha lanciato il nuovo prestito personale Mediolanum Eco+ Mobility destinato a finanziare l’acquisto di nuove auto ibride o elettriche, cicli e motoveicoli. Il finanziamento è riservato a chi è titolare di un conto corrente presso la banca da almeno 3 mesi ed è previsto un tasso variabile calcolato sulla base del patrimonio detenuto presso Banca Mediolanum. Consente di richiedere da un minimo di 2.000 a un massimo di 50.000 euro da rimborsare tra i 18 e gli 84 mesi. Le spese di istruttoria sono pari all’1,00% dell’importo richiesto (con un massimo di 250 euro) e non sono previste spese per l’invio delle comunicazioni o per l’incasso della rata mensile. L’esempio ipotetico riportato online prevede un importo richiesto di 30.000 euro e durata di 36 mesi (più un mese di preammortamento), con Tan indicizzato all’ Euribor 360 3 mesi e pari al 2,95% per un Taeg del 3,69% per clienti con patrimonio compreso tra 100.000 e 350.000 euro.

Carte e pagamenti: Prep@aid by Banco BPM di Webank
Webank ha lanciato, il 10 ottobre 2019, la nuova carta Prep@id by Banco BPM con codice Iban, ma solo in ricezione. Dotata di tecnologia contactless, la carta ha un plafond di 10.000 euro e un costo di emissione di 10 euro, mentre non è previsto il pagamento di un canone mensile. Per ricaricarla servono 1,50 euro da Atm, 1,50 euro da canale telefonico, 1 euro da Internet banking, 1,50 euro con bonifico, 3 euro allo sportello con addebito in contanti o in conto corrente. Per i prelievi da Atm di altre banche servono 2,10 euro.
Tra gli extra, la carta mantiene come la precedente la possibilità di personalizzare il Pin e di definire l'area geografica all'interno del quale può essere utilizzata attraverso il servizio GeoSafe.

© OF Osservatorio finanziario – riproduzione riservata

Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito