logo-mini
OF News - OF Osservatorio Finanziario

SOMMARIO

Ogni 3 minuti nel mondo viene avviato un nuovo progetto di crowdfunding, su una delle 1.000 piattaforme attive. L’americana Kickstarter è la più famosa e quella che ottiene più finanziamenti. Ma quali sono le campagne avviate nel mondo che più hanno avuto successo? La più finanziata di sempre ha raggiunto i 13 milioni di dollari, per un frigo portatile. Ma c’è anche chi ha chiesto aiuto per fare un’insalata di patate. E non mancano anche i casi di successo italiani

Leggi Anche:

L’alternativa al prestito in banca / Il crowdfunding vola (e sbarca sulla luna)

Leggi anche:
L’alternativa al prestito in banca/ Le nuove piattaforme italiane
L’alternativa al prestito in banca / Sorpresa. Le più attive sono le banche

Nel mondo sono circa 1.000 le piattaforme attive. Un progetto viene avviato ogni 3 minuti per un totale di 500 nuove iniziative al giorno. È quanto emerge dalla relazione Crowd Data Center sulla prima metà del 2014 effettuata dal portale The Crowdfunding Centre.

Gli Stati Uniti sono al vertice della classifica del maggior numero di progetti andati a buon fine. Seguiti da Gran Bretagna, Canada, Germania, Francia, Australia e al settimo posto l’Italia. La categoria che incassa più finanziamenti a livello globale è la tecnologia ma non è prima, invece, per quanto riguarda il numero più alto di progetti finanziati, che spetta alle iniziative del settore musicale.

La piattaforma che a livello globale include più progetti e che li finanzia maggiormente è Kickstarter, americana, che si basa sul meccanismo del “o tutto o niente”, finanziando solo quei progetti che raggiungono quota 100%.

I numeri della piattaforma sono impressionanti: nel solo 2013 3 milioni di persone hanno supportato i progetti con 480 milioni di euro cioè 913 dollari al minuto. I backers, cioè i finanziatori, sono di 214 paesi diversi di tutti i 7 continenti compreso l’Antartide. 19.911 è il numero di progetti venuti alla luce nel 2013. Un esempio? Un libro di Moby Dick fatto di soli emoji (faccine che sostituiscono il testo nei messaggi via smartphone) è entrato nella biblioteca del Congresso americano.

Ma quali sono le campagne che hanno raccolto gli importi maggiori su KickStarter? Il caso più eclatante, ma non quello più finanziato è quello dell’insalata di patate: un ragazzo dell’Ohio ha chiesto 10 dollari per comprare gli ingredienti per prepararla ma ne ha ricevuti ben 55.492.

A raccogliere più di tutti è stato un innovativo frigo portatile dal nome Coolest Cooleer che ha superato la quota dei 13 milioni di dollari a fronte di una richiesta di 50.000. Ma come mai tutto questo successo? Non è solo un contenitore per il ghiaccio ma include anche un tagliere, un frullatore e un apribottiglie. Ed è tecnologico perché possiede una cassa bluetooth resistente all’acqua, un caricabatteria per lo smartphone e una luce Led per poterlo usare anche di notte.

Tra le iniziative presenti al momento su Kickstarter c’è anche una campagna internazionale lanciata con l’hashtag CrazyForPazzi per il restauro della Cappella dei Pazzi di Firenze con la sua loggia a opera del Brunelleschi.
L’obiettivo è raggiungere il target di 95.000 dollari in 33 giorni, nei primi 3 ne sono stati raccolti più di 9.000 e a 9 giorni dal termine si è superata la soglia dei 64.000. La donazione minima è di 10 euro e si riceve come ricompensa un ringraziamento nell’archivio storico. Più il supporto dei backer sale si ricevono litografia, biglietti di ingresso, tweet e medaglie di ringraziamento. Chi vuole sentirsi un vero mecenate può donare più di 1.000 dollari e partecipare così all’evento inaugurale del 18 settembre 2015 e a una visita privata.

---- Ma c’è anche chi, come un gruppo di scienziati e imprenditori inglesi, vuole andare sulla luna e ha avviato il progetto Lunar Mission One (nella foto di copertina). L’idea è quella di riuscire a esplorare e raccogliere campioni dal Polo Sud della Luna, ancora inesplorato e di inserire una time capsule contenente informazioni e dei donatori che hanno sostenuto l’impresa e una raccolta sulla storia della Terra. A 7 giorni dalla scadenza hanno contribuito il più di 5.600 per un totale che supera i 490.000 dollari sui 600.000 richiesti.

Al secondo posto per importi raccolti nella classifica stilata da The Crowdfunding Centre c’è Indiegogo che rispetto alla precedente piattaforma consente di ottenere quello che si è raccolto nel corso della campagna anche se non si è raggiunto il budget richiesto al 100%, non rimborsando i finanziatori.
Il portale finanzia qualsiasi tipo di proposta, dall’arte all’ambiente, passando per videogiochi e moda.

Ma il progetto più supportato di tutti i tempi è di tipo educational. Non si è ancora concluso ma ha battuto ogni record: a 5 giorni dalla scadenza ha raggiunto il finanziamento massimo di oltre 4 milioni di euro. Il budget complessivo richiesto dall’associazione Code.org è di 5 milioni di euro per avviare il programma Hour of Code che permetterà a 100 milioni di bambini di studenti di avere un’ora a scuola in cui viene loro insegnata la programmazione di siti Internet. La metà del budget non è arrivato però dai singoli finanziatori ma dalle donazioni di colossi come Google e Microsoft.

Più particolare il caso della seconda idea più finanziata di sempre, che ha raccolto 2.930.931 dollari, il 1102% di quello richiesto (250.000 euro). Si tratta di Cat Ear Headphones di Axent Wear, cuffie per ascoltare la musica con una caratteristica particolare, sono a forma di orecchie di gatto e si illuminano di diversi colori.

La più grande piattaforma di equity crowdfunding, invece, è l’inglese CrowdCube. In questo caso i finanziamenti non servono per sostenere singole persone ma le imprese, soprattutto quelle in fase di start-up, con partecipazione agli utili. E in questo caso il denaro torna agli investitori se il traguardo non viene raggiunto.

Il finanziamento può avvenire anche sotto forma di mini bond, in modo da ottenere ogni anno un ritorno regolare che può arrivare fino all’8% e investendo per un periodo di tempo più lungo, circa 3 o 4 anni.
Con questa modalità, chiamata per l’occasione Burrito Bond, è stata ad esempio organizzata la campagna di Chilango una catena di 7 fast food messicani a Londra per sostenere l’apertura di nuovi ristoranti.
Il target impostato era di 1 milione di sterline, ne sono stati investiti il 203% in più, superando così i 2 milioni. Il tasso di interesse dedicato agli investitori è dell’8%.

E ha scelto di affidarsi a questa piattaforma di crowdfunding anche Caterham, team attualmente in Formula 1 ma in amministrazione controllata che per continuare a gareggiare e partecipare al Grand Prix di Abu Dhabi del 23 novembre 2014 ha chiesto ai suoi sostenitori di finanziarli per ottenere in una settimana 2,5 milioni di sterline. A 4 giorni dalla scadenza ne sono stati raccolti oltre 1.900.000 e alla chiusura l’obiettivo è stato raggiunto.
In questo caso ogni donazione da 1 a 45.000 sterline aveva una diversa ricompensa per l’investitore: dai gadget brandizzati del team a cene con i piloti fino al week end tutto pagato per assistere al Gran Premio nella zona hospitality del team con la possibilità di conoscere i piloti.

Torna alla homepage dello speciale

© Of-Osservatorio finanziario riproduzione riservata


Il nostro network

Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Vai al sito

Visita il sito