Tessitore: “Tutte le grandi sfide di Intesa Sanpaolo per l’anno che verrà”

Un avanzato mobile payment per pagare con il telefonino anche caffè e giornali. E una nuova piattaforma di home banking. App con rubrica e saldo anche in pre-login. E ancora, due nuovi servizi di trading. La filiale, poi, sarà tutta rinnovata, super tecnologica e anche completamente paperless. Per i prossimi mesi Intesa Sanpaolo ha in programma una vera rivoluzione. Massimo Tessitore spiega in esclusiva tutte le novità in arrivo
di: Elisa Vannetti
24 Novembre 2015
Condividi

Hanno appena presentato una filiale super evoluta a Milano. E nei prossimi mesi trasformeranno completamente la loro banca online. Di nuovo. Introducendo un nuovo concetto di banca multicanale, ma anche servizi e funzionalità diversi. Intesa Sanpaolo, la banca numero uno in Italia, per la fine del 2015 e la prima metà del 2016 ha in programma una vera rivoluzione. Che toccherà ogni aspetto: a cominciare dai pagamenti da cellulare, fino ad arrivare all’internet banking, passando per app, sito e trading. Come sarà la banca online del futuro? Lo ha spiegato in anteprima assoluta a Of-Osservatorio finanziario Massimo Tessitore, responsabile Direzione Multicanalità Integrata di Intesa Sanpaolo, in un’intervista esclusiva pubblicata in versione integrale su La Bussola Innovazione di novembre 2015. Eccone un estratto.

Per maggiori informazioni »

Of: Intesa Sanpaolo sta per lanciare grandi novità…
Tessitore: Esatto. La prima novità è che dal 2016 le filiali cambieranno ancora e diventeranno completamente paperless, senza carta. Vuol dire che si firmeranno i contratti esclusivamente con firma grafometrica o digitale. Ma questa è solo la punta dell’iceberg. Nei prossimi mesi cambieremo tutto. Arriveranno nuovi servizi, e quelli già esistenti si trasformeranno completamente.

Of: Cosa bolle in pentola?
Tessitore: Innanzitutto punteremo sui pagamenti mobile. Entro fine anno infatti lanceremo una nuova app con servizio dedicato fruibile da tutto il mondo Android. Per utilizzare il nuovo servizio di pagamento basterà essere in possesso di uno smartphone dotato di tecnologia senza contatto Nfc. E sarà un servizio disponibile indipendentemente dall’operatore telefonico.

Of: Voi avete già lanciato un servizio simile per clienti TIM…
Tessitore: È vero, ma questa è una cosa diversa. Faccio un esempio. La novità consiste, ad esempio, che, qualora ci si trovasse in un centro commerciale in assenza di rete è comunque possibile, in modalità off-line, effettuare un certo numero di pagamenti. Quando ci si avvicina ad una “soglia critica”, superata la quale non è più possibile pagare, il cliente riceve un alert che lo informa della necessità di ricollegarsi ad una rete dati.

Pagine: 1 2 3 4 Avanti


scenari immobiliari il Forum 2016 Of media partner