La banca scommette sugli affluent. Mutui, conti e prestiti da ricchi

Chi ha un patrimonio consistente presso l’istituto ottiene prodotti ad hoc e scontati. Ogni istituto impone dei limiti diversi per poter entrare a far parte di questo target privilegiato: si parte da almeno 50.000 o 100.000 euro. Ma per raggiungere questi limiti, non serve solo possedere molta giacenza ma anche avere investimenti e prodotti di risparmio gestito. Of-Osservatorio finanziario per la prima volta dedica uno speciale a clienti affluent e premier
di: Eleonora Riva
16 Giugno 2015
Condividi

Leggi anche:
» La banca scommette sugli affluent. Conti da ricchi
» La banca scommette sugli affluent. Mutui da ricchi
» La banca scommette sugli affluent. Prestiti da ricchi
» La banca scommette sugli affluent. Conti di deposito da ricchi
» La banca scommette sugli affluent. Le carte per i super-ricchi (con il maggiordomo tuttofare incluso)
» La banca scommette sugli affluent. Carte da ricchi

Le banche sono alla ricerca di clienti che dispongono di un patrimonio elevato. Per questo motivo sono sempre maggiori le offerte dedicate a chi possiede almeno 50.000 (affluent) o 100.000 euro (premier) . A cui vengono proposti conti correnti ad hoc o scontati, mutui con spread ridotti, prestiti con importi più elevati, conti di deposito con rendimenti più elevati, carte gold e black e investimenti su misura.

Per patrimonio non si intende solo la giacenza presente sul conto corrente ma anche le forme di investimento come fondi, titoli, sicav e la sottoscrizione di prodotti come quelli di risparmio gestito o le polizze come quelle vita o le unit linked. Il tutto posseduto in un solo istituto bancario.

Patrimonio che solitamente non deve superare i 250.000/300.000 euro perché in questo caso il cliente passa nel segmento del Private Banking, con eccezioni come, ad esempio, UniCredit che pone la soglia a 500.000 euro.
Ma anche la soglia minima di 50.000 o 100.000 euro è molto soggettiva. Le banche presenti nel DB Prodotti Bancari, infatti, applicano soglie minime diverse. Ad esempio, Barclays considera premier chi possiede almeno 100.000 euro. Mentre UniCredit premia con uno sconto sul canone del conto MyGenius chi ha un patrimonio di almeno 75.000 euro. E Banca Generali propone un conto solo a chi detiene in banca almeno 250.000 euro.

Proprio per il costante aumento di prodotti e servizi dedicati a questo target, Of-Osservatorio finanziario ha scelto di dedicare, per la prima volta, uno speciale sull’offerta per affluent e premier.

Saranno presi in esame conti, mutui, prestiti, carte con i relativi costi standard, cioè quelli presenti nei fogli informativi. Ma attenzione. Con somme elevate in giacenza si possono iniziare vere contrattazioni ad hoc che possono portare alla creazione di offerte personalizzate. E più alto è l’importo che il cliente detiene maggiore è la possibilità che questa offerta sia creata su misura tenendo sempre meno conto dei costi standard.

Il primo articolo di questo speciale è dedicato ai conti correnti, con l’analisi dei 6 prodotti presenti sul mercato per questo segmento di clientela. Seguito, poi, da quello dedicato ai mutui e a quanto risparmia il cliente premier o affluent rispetto a quello standard.
Nel corso dei prossimi giorni, verranno pubblicati anche articoli sui prestiti, sulle carte gold e black, i conti di deposito e le promozioni sul trasferimento di liquidità.

© Of-Osservatorio finanziario – riproduzione riservata



scenari immobiliari il Forum 2016 Of media partner