logo-mini
OF News - OF Osservatorio Finanziario

SOMMARIO

UniCredit e Intesa Sanpaolo puntano sul tasso fisso, con Tan del 2% e dell’1,95%. BancoPosta ha avviato una promozione all’1,85% sul variabile. BNL preferisce il misto. Spread e Loan to value sono le parole chiave, perché le migliori offerte sono dedicate a chi vuole un finanziamento al 50%. Ecco tutte le occasioni (tra cui la polizza gratuita per la casa) da prendere al volo durante il periodo estivo

Leggi Anche:

Affari d’estate 2015/ Mutui. Continua la battaglia a colpi di spread, anche per il fisso

Leggi anche:
» Affari d’estate 2015/ I conti correnti con sconti, regali, premi…
» Affari d’estate 2015/ Prestiti last minute
» Affari d’estate 2015/ Conti di deposito. Quanto rende il denaro al sicuro?

Hanno spread sempre più bassi, il tasso si differenzia per percentuale di importo richiesto rispetto al valore della casa (Loan to Value) e spesso sono associati a prodotti assicurativi gratuiti. Sono queste le caratteristiche dei mutui in offerta al momento.

Ma, se fino a poco tempo fa la battaglia tra le banche si combatteva soprattutto sui finanziamenti a tasso variabile ora gli istituti, a partire dai più importanti, puntano anche sul tasso fisso.

Come UniCredit e Intesa Sanpaolo che hanno avviato offerte con Tan prefissato rispettivamente al 2,00% e all’1,95%. O BancoPosta che fino a settembre applica uno spread dell’1,99%. Mentre BNL-BNP Paribas opta per un variabile per i primi 5 anni per poi passare a un tasso prefissato già al momento della stipula.

In media, per chi è disposto a finanziare metà del valore dell’immobile di tasca propria e richiede alla banca solo il restante 50%, al tasso fisso è applicato uno spread dell’1,75%. Mentre se la percentuale finanziata sale fino all’80% la media è del 3,01%.
Il tasso variabile, invece, prevede spread rispettivamente dell’1,90% e del 3,12%.

All’interno dello speciale Affari d’estate 2015 Of-Osservatorio finanziario ha scelto, per ciascuno dei più importanti istituti di credito, di analizzare i finanziamenti, su un totale di 197 presenti nel DB Prodotti Bancari, su cui la banca punta di più, anche con campagne estive nelle filiali, in tv e in radio e su cui ha avviato delle promozioni.
Ecco quali sono le offerte da prendere al volo nel periodo estivo.

La nuova offerta avviata a inizio giugno da UniCredit si concentra sul tasso fisso. Mutuo Valore Italia ha un tasso finito del 2,00% se il Loan to Value non supera il 50% e la durata i 10 anni. Mentre se si vuole optare per un piano di rimborso a 15 anni il tasso è del 2,25% e a 20 anni del 2,50%.

Stesso meccanismo per Intesa Sanpaolo con l’offerta valida fino al 30 settembre 2015 per Mutuo Domus a tasso fisso con Ltv al 50% e durata 10 anni. Ma in questo caso il Tan finito è dell’1,95%, che regala anche un anno di polizza per l’abitazione ACasaConMe con dispositivo che rileva i pericoli e le emergenze.

Sempre fino al 30 settembre 2015 è attiva anche l’offerta di BancoPosta per acquisto e ristrutturazione, in questo caso però, con spread dell’1,99% sul tasso fisso con durata 15 anni e dell’1,85% sul variabile. Ed è Inclusa gratuitamente anche la polizza incendio.

----- Più particolare, invece, la scelta di BNL-BNP Paribas che ha lanciato, il 26 maggio scorso, BNL Unico, richiedibile anche attraverso la banca online Hello bank!. Si tratta di un finanziamento con durata massima di 30 anni e LTV fino al 75% che per i primi 5 anni è a tasso variabile con spread dell’1,90% e tetto massimo bloccato al 2,40%. A seguire è applicato un tasso fisso predefinito al momento della stipula, che può essere al massimo del 3,35%.
La nuova offerta è valida per finanziamenti richiesti entro il 31 luglio ed erogati entro il 3o settembre e include anche la polizza BNL Casa e Famiglia gratuita per il primo anno.

Come segnalato nell’ultimo Bouquet Mutui di Of, oltre all’interesse maggiore per il tasso fisso, sono sempre di più le banche che hanno ceduto alla differenziazione delle offerte in base alla percentuale richiesta in prestito dal cliente. È il caso di Banco Popolare, Monte dei Paschi di Siena, Deutsche Bank, Banca Mediolanum e Banca Popolare di Milano.

Dal 1° luglio Last Minute di Banco Popolare, sia a tasso fisso che a tasso variabile ha uno spread dell’1,45% per durate da 10 a 30 anni e Ltv fino al 50%. Mentre fino al 60% è dell’1,65% e fino all’80% dell’1,70% fino a 15 anni e dell’1,85% fino a 30 anni.
La nuova promozione è valida per mutui richiesti entro il 30 settembre 2015 ed erogati entro il 31 dicembre 2015.

Monte dei Paschi di Siena applica spread differenziati al mutuo che dedica ai nuovi clienti, Italiano Benvenuto, puntando l’attenzione su quelli che finanziano solo la metà del valore dell’abitazione. Nello specifico, per quello a tasso fisso il Tan con Ltv al 50% è del 2,91% a 10 anni, del 3,24% a 15 anni e del 3,39% a 20 anni. A tasso variabile, invece, gli spread sono rispettivamente dell’1,50%, 1,55% e 1,60%.

Vale fino al 31 luglio 2015, invece, la promozione di Deutsche Bank che applica sul variabile e sul misto uno spread dell’1,50% se il Loan to value non supera il 60% e dell’1,80% se arriva fino all’80%.

E punta sul variabile e sul misto anche Banca Mediolanum con la sua gamma Freedom. A cui è applicato uno spread dell’1,40% con copertura fino al 60% e durata fino a 20 anni, e del 2,25% se superiore. L’offerta è valida per mutui richiesti entro il 30 settembre e stipulati entro il 31 dicembre 2015 ed è applicata anche ai clienti premier con patrimonio di almeno 100.000 euro.

Banca Popolare di Milano, invece, ha avviato, il 1° luglio 2015, una nuova promozione per richiedere un mutuo a tasso fisso o variabile con spread dell’1,35% se il Ltv non supera il 60% e la durata i 24 anni. Se la durata è superiore lo spread è dell’1,60%. Mentre se è il Ltv ad essere superiore lo spread è dell’1,75%. La nuova offerta è valida per mutui richiesti entro il 15 settembre ed erogati entro il 31 dicembre 2015.

----- Differenziano le promozioni per importo massimo finanziabile anche le banche online.
Webank, fino al 15 luglio 2015, applica al tasso fisso e variabile uno spread dell’1,50% fino al 60% e dell’1,70% fino all’80%.

CheBanca! ha riconfermato fino al 31 luglio 2015 gli spread applicati. Sul variabile è dell’1,85%, con riduzione dello 0,20% se non si supera il 60%. Per il fisso è del 2,00% ridotto dello 0,20% con Ltv fino al 60% e dello 0,10% fino al 70%.

ING Direct invece, dal 3 luglio al 15 ottobre 2015, porta gli spread di Mutuo Arancio fino al 50% all’1,80% per il variabile e al 2,25% per il fisso. Se si opta per un finanziamento fino al 60% è applicata una maggiorazione dello 0,20% che sale allo 0,40% fino al 70% e dell0 0,50% fino all’80%.

Lo spread a tasso variabile, però, può essere ridotto dello 0,30% se l’addebito avviene su Conto Corrente Arancio arrivando così all’1,50%. Per il tasso fisso, invece, è prevista una riduzione di 30 euro sugli interessi applicati a ciascuna rata a partire dalla terza sino alla 120esima del piano di ammortamento.

© Of-Osservatorio finanziario riproduzione riservata


Il nostro network

Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Vai al sito

Visita il sito