logo-mini
OF News - OF Osservatorio Finanziario

SOMMARIO

Gli ultimi 12 mesi hanno visto un aumento di prodotti ad hoc o offerte scontate per la clientela Premier. Quella cioè con un patrimonio di almeno 100.000 euro, sempre più obiettivo delle banche in cerca di nuova liquidità, anche per colpa della crisi dei conti di deposito. In prima linea c’è Barclays (che ai Premier propone un mutuo ad hoc). E poi UniCredit, BNL e Generali e istituti più piccoli come Creval e Banca Popolare Pugliese. Ecco i 6 conti che propongono

Leggi Anche:

Of-MigliorConto 2014. I prodotti per i ricchi

Leggi anche:
Of-MigliorConto 2014. Lo scenario
Of-MigliorConto 2014/I vincitori. Premiaconto plus di Banco Popolare è il più completo
Of-MigliorConto 2014/I vincitori. Hello! Money di Hello bank! è il Miglior Low Cost
Of-MigliorConto 2014. Novità d’autunno: UniCredit, Widiba e Banco Desio
» Torna alla homepage dello speciale

Segmentare la clientela è la parola d’ordine delle banche. Cioè proporre pacchetti diversi di prodotti in base alle reali esigenze del cliente. E se da un lato si propongono sempre più conti online per i più giovani e per chi preferisce non recarsi in filiale dall’altro, negli ultimi mesi, si è visto un crescente aumento delle proposte per la clientela Premier. Cioè di chi ha almeno 100.000 euro di risparmi presso la stessa banca.

In prima fila nella ricerca di clienti affluent c’è Barclays, che da tempo propone prodotti esclusivi solo per loro, arrivando a ridurre la gamma di conti correnti a uno soltanto, gratuito per chi ha un patrimonio consistente e con costo elevato, invece, per chi di risparmi ne ha pochi.
Ma segue questo filone anche IWBank, in questo caso non proponendo un conto ad hoc ma investimenti per chi ha asset importanti, facendo leva anche su spot tv e campagne pubblicitarie. E lo stesso vale per i conti di deposito: solo chi effettua versamenti sostanziosi, come nel caso di Banca Marche per chi investe almeno 70.000 euro, o chi possiede prodotti alternativi come polizze unit linked per almeno 100.000 euro come per il deposito di Credem, può ottenere tassi vantaggiosi, mentre per gli altri continua inesorabile la discesa ormai da un anno.

Ma cosa differenzia un conto tradizionale da quello Premier? Innanzitutto il costo, perché si tratta di prodotti destinati a chi effettua molte operazioni quindi in media ogni anno gestirlo costa di più. Ma anche, e soprattutto, i servizi collegati. Perché chi ha un ingente patrimonio deve anche ricevere dalla banca un’attenzione maggiore con servizi (bancari e non) creati ad hoc, come ad esempio remunerazione delle giacenze più elevata, un servizio di consulenza personale e portali per approfittare di promozioni e sconti esclusivi.

Of-Osservatorio finanziario ha deciso di analizzare le condizioni di 6 conti correnti Premier proposti da altrettanti istituti bancari (Banca Generali, Banca Popolare Pugliese, Barclays, BNL-BNP Paribas, Creval e UniCredit). In alcuni casi si tratta di prodotti creati ad hoc mentre in altri è lo stesso conto sottoscrivibile da qualunque altro cliente, ma con condizioni differenti.
Ecco cosa propongono, in dettaglio, le banche esaminate (in ordine alfabetico).

BANCA GENERALI
Solo chi ha un patrimonio complessivo di almeno 250.000 euro può richiedere BG Privilege, con canone annuo di 30 euro (OFISC di 44,50 euro) che include gratuitamente: operazioni illimitate, Bancomat Oro, bonifici online, prelievi da tutte le banche della zona Euro e domiciliazione delle utenze.
Mentre per la carta di credito va tenuta in conto una spesa annua di 10 euro (70 euro per la Gold), sempre gratuita con uno speso annuo di 3.000 euro, e di 3 euro per i bonifici disposti allo sportello.
Scontate anche le commissioni di negoziazione titoli mentre la carta prepagata BG Cash può essere richiesta a un prezzo ridotto di 5 euro. E viene corrisposto, solo per giacenze superiori a 50.000 euro, un tasso creditore pari all’80% dell’Euribor 1 mese.

BANCA POPOLARE PUGLIESE
Conto X-Large Giacenza Media è dedicato a chi dispone di un’elevata liquidità e grazie al meccanismo del bonus, con l’aumentare della giacenza media aumenta il tasso creditore e si riduce il costo annuo del conto corrente. Cosi il canone annuo di base è di 110 euro ma per chi dispone di oltre 51.645 euro scende a 10,40 euro. ---- Le operazioni incluse sono illimitate, per la carta di debito si deve tenere in considerazione una spesa di 15 euro e per quella di credito di 20 euro. I prelievi da altri istituti hanno un costo di 1,55 euro mentre per i bonifici disposti allo sportello la spesa è di 5 euro e per quelli online di 1 euro. Così, il costo medio annuo risulta essere di 75,38 euro.

BARCLAYS
Per diventare cliente Premier di Barclays è necessario detenere in banca attività finanziarie per almeno 100.000 euro e accreditare ogni mese uno stipendio, una pensione o un bonifico di almeno 5.000 euro. Solo in questo modo si può sottoscrivere il Conto Corrente Barclays con canone mensile azzerato (invece che 100 euro per la restante clientela).

Il conto include operazioni illimitate - allo sportello e online - accesso a Internet e phone banking, due carte di debito internazionali, zero spese per il prelievo di contante da Atm in Italia e in tutta l’Area Euro. La carta di credito costa invece 30 euro e il bonifico allo sportello 3 euro. Ed è riconosciuto un tasso creditore dello 0,50% fino a 20.000 euro di giacenza, oltre è infruttifero. Per un OFISC totale di 33,77 euro l’anno.

Disponibile, inoltre, il servizio di Bank Store, una nuova piattaforma online inserita nell'account privato di Internet banking, che consente la personalizzazione nella gestione dell'attività bancaria: si può personalizzare il servizio di alert per il monitoraggio dell'operatività via email o sms, richiedere l’estratto conto e tutta la documentazione sulla trasparenza in formato digitale. Inoltre, il conto consente l’accesso al Barclays Premier Club con eventi, iniziative, convenzioni e promozioni dedicate e a un servizio di consulenza dedicato.
Ma hanno anche diritto all’accesso esclusivo alle filiali Flagship Premier, distribuite in tutto il mondo, che mettono a disposizione benefit esclusivi come salette hi-tech per incontri di business e aree dedicate per eventi con i partner, semplicemente esibendo all’entrata la carta di debito Black Premier.

BNL – BNP PARIBAS
È il conto Priority il prodotto di punta di BNL-BNP Paribas per la clientela Premier che in questo caso deve detenere in banca una somma di almeno 150.000 euro.
Il canone annuo è di 96 euro che include a zero spese: bonifici sia allo sportello sia online, prelievi in tutto il mondo, carta di debito e carta di credito per il primo anno (con canone azzerabile per i successivi), 2 carnet assegni, deposito titoli senza diritti di custodia e un secondo conto per un familiare o un amico. Quindi, complessivamente, secondo la simulazione di Of il conto ha un costo di gestione medio annuo di 166,50 euro.

Sono anche previste condizioni agevolate per la sottoscrizione di polizze assicurative a protezione delle carte di pagamento, della casa e della famiglia.
E nei servizi offerti rientrano anche: un gestore sempre al servizio del cliente; un Call Center dedicato e raggiungibile da ogni parte del mondo; un’analisi finanziaria periodica; uno specialista che risponde alle domande in video conference; Sms alert e Mail Box; un’app dedicata ed esclusiva per i clienti Priority; assistenza internazionale per gli aderenti al Programma Priority che offre sconti su viaggi, cultura e shopping. ---- CREVAL
Chi effettua molte operazioni e possiede un patrimonio di almeno 100.000 euro in Fondi, Sicav, Polizze Vita, Gestioni Patrimoniali e Private Banking del Gruppo Creval può sottoscrivere il conto Armonia 2.0 Oro a canone zero, mentre per tutti gli altri clienti il costo è di 180 euro l’anno.
Il conto, con un OFISC di 23,20 euro include a zero spese: carta di debito e di credito, prelievi in Italia Internet banking e deposito titoli. Inoltre è corrisposto un tasso creditore minimo garantito dell’1,00%.
Costano, invece, 4 euro i bonifici disposti allo sportello e 1,80 euro quelli online e servono 0,50 euro per la domiciliazione delle utenze e 1,20 euro per l’estratto conto cartaceo.

UNICREDIT
Se prima la clientela più esigente, in termini di operatività bancaria, di UniCredit poteva sottoscrivere Genius First (a 168 euro annuali) ora, con la nuova gamma My Genius lanciata il 3 ottobre 2014 i Premier hanno a disposizione 3 moduli da usare per arricchire il conto base (Leggi qui) con canone azzerato in caso di patrimonio superiore a 150.000 euro e scontato del 50% se superiore a 75.000 euro.

Il cliente che vuole i principali prodotti e servizi bancari inclusi può aggiungere al conto MyGenius (a canone zero) il modulo Platinum (a 10 euro al mese), il più completo della gamma. In questo modo nel canone sono inclusi gratuitamente: 2 carte di credito e 2 di debito, Internet banking, prepagata senza costo di emissione, bonifici allo sportello e online, prelievi sia in Italia sia all’estero e e commissioni di pagamento per fatture Telepass. L’OFISC è a zero perché tutte le voci di costo sono offerte gratuitamente.

Inoltre sottoscrivendo anche il Modulo Platinum nella versione Investimento (ad altri 6 euro al mese) si ottengono gratuitamente le spese di amministrazione e custodia di un deposito titoli comprese, il servizio Money Trading e le spese di invio estratto conto Titoli. Mentre è previsto uno sconto del 30% sulle commissioni di raccolta ordini e negoziazione titoli online.

» Torna alla homepage dello speciale

© Of-Osservatorio finanziario riproduzione riservata


Il nostro network

Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Vai al sito

Visita il sito