logo-mini
OF News - OF Osservatorio Finanziario

SOMMARIO

Affrontare l’odissea di fine anno, senza rischiare il salasso. Con un po’ di creatività si può. E non è necessario essere maestri di bricolage e cucito per creazioni riuscite. Dai lavoretti manuali in cui esprimere fantasia e creatività (con borse, cornici, specchi e diffusori per l’ambiente), alle idee originali per realizzare prodotti beauty e gastronomici in casa propria. A testimoniare che a volte la semplicità paga. E che quando il denaro scarseggia, l’ingegno lavora

Leggi Anche:

Regali di Natale/È spending review con il fai-da-te

Leggi anche:
Regali di Natale/Le occasioni migliori si fanno (anche) online
Regali di Natale/Solidarietà con Unicef, Telethon, Emergency…

Per fare un dono apprezzato non è obbligatorio svuotare il portafoglio. Se non ci si può permettere spese folli, la semplicità è allora l’arma vincente. Un esempio arriva infatti dal rinnovato interesse verso hobbistica e fai-da-te, riscoprendo il piacere di creare con le proprie mani gli oggetti più disparati. E anche chi si dichiara incapace non ha più scuse. Online infatti impazzano blog e tutorial che spiegano passaggio per passaggio come creare il proprio personalissimo regalo.
Se ci si ferma un attimo a riflettere, poi, sono veramente tantissime le cose che si possono realizzare, spaziando dalla gastronomia, ai prodotti beauty fatti in casa. Ecco quindi qualche suggerimento per creare il proprio dono di Natale, ricordando che, un dono fatto a mano, ha sempre un valore aggiunto.

Lavoretti fatti a mano
Si può scegliere se regalare qualcosa a tema natalizio o un dono più generico che può essere utilizzato in qualsiasi periodo dell’anno. Nel primo caso si possono ad esempio realizzare simpatici addobbi per l’albero di Natale; segnaposti che spaziano dalla renna realizzata con tappi di sughero, alla pigna decorata con una piccola pallina natalizia; centri tavola con vischio e candele oppure con frutta dorata e palline colorate o ancora realizzando un piccolo albero natalizio fatto di piante grasse; portacandele a tema natalizio, come questo realizzato interamente con materiale di recupero, la cui realizzazione richiede solo 15 minuti di tempo.


Immagine di Desainer.it

Ovviamente questi oggetti possono anche essere creati senza limitarsi al tema natalizio, dando sfogo così alla propria fantasia. Si possono quindi realizzare cornici con bottoni, tappi di sughero, lana cotta e matite, spaziando tra materiali e forme diverse. ---- E ancora: borse fatte a mano, dalle shopping bag con manici in bambù, alle pochette in tessuto, fino alle borse clutch realizzate senza cucire; specchi con cornici di grande effetto, come quello realizzato nel blog Les fleurs de Micol, che ha impreziosito una cornice di mdf (ma può essere anche in legno), con una passata di stucco in pasta, gesso e porporina dorata.


Immagine presa da Donnaclick.it

Sembra un’idea troppo complicata? Per chi ha davvero poca manualità, richiede pochissimo tempo e pochissima dimestichezza la realizzazione di graziosi vasi da piantine, da ottenere verniciando con tempera e colla vinilica vecchi barattoli di fagioli e lenticchie e da abbellire poi con un nastro colorato.
È invece molto originale il diffusore per l’ambiente fatto in casa, mentre sono davvero alla portata di tutti i bicchieri che, con qualche semplice spennellata di colore, diventano graziosi portaoggetti.

Immagine presa dal sito Radical Possibility


Ma le proposte sono ancora molte. Chi ha dimestichezza con ago e filo può cucire dei cestini di stoffa porta tutto (biscotti, pane, ma anche bigiotteria, cancelleria e copri vaso), tecnica che richiede solo 9 passaggi e che permette di utilizzare ritagli di stoffa altrimenti rimasti inutilizzati. Chi ama invece lavorare il feltro può dilettarsi con la creazione di porta cellulari, presine, portachiavi, tovagliette, decorazioni e piccole creazioni da applicare a mollette e cerchietti (da regalare ad esempio alla nipotina). ---- Un’altra idea molto carina è quella di realizzare delle tovagliette americane. C’è chi le lavora con il cartoncino colorato e chi invece le realizza in stoffa: il risultato sarà ugualmente di grande effetto. Infine, se si è bravi e si ha una certa manualità, alle amiche si possono riservare le proprie creazioni di bigiotteria, tra collane, anelli, spille e bracciali, seguendo il gusto della persona a cui è indirizzato il regalo. Per l’amica più romantica si può provare a realizzare la collana con catenella e scritta Love, dove occorre lavorare il filo di alluminio e che può essere anche impreziosita con qualche piccolo ciondolo.


Immagine presa da Alchemian blog

Regali beauty fai da te
Perché quest’anno, invece che ripiegare sul classico cestino gastronomico, non si opta per un cestino con prodotti beauty fatti in casa? Ma cosa metterci dentro? Scrubs, sali da bagno, balsamo per le labbra, creme, pot-pourri, acqua di colonia, cipria, saponette e tanto altro, tutti prodotti che vogliono una manualità pari a zero e procedimenti facilissimi.

Lo scrubs, ad esempio, richiede una preparazione semplicissima con pochi ingredienti che variano in base alla ricetta che si vuole seguire. Quella più classica prevede sale grosso, olio di oliva e limone, ma può essere preparato anche nella variante con olio di basilico e avena; oppure con farina di avena, farina di mais e germe di grano; zucchero e olio di oliva; con caffè e olio di oliva, ma anche bicarbonato, arancia e argilla.


Immagine presa dal sito Casa e Trend

Veloce anche la preparazione per i sali da bagno, dove occorre unire il sale grosso con olio di oliva (o di mandorle), qualche goccia di essenza e un cucchiaio di fiori secchi. Per realizzare un balsamo per le labbra fatto in caso, bastano invece burro di cacao, burro di karitè e qualche goccia di olio essenziale o di estratti aromatici naturali. Una volta finito, il prodotto va riposto in piccoli contenitori con coperchio (da applicare poi con il dito) o nei classici stick (che si possono acquistare anche vuoti). ---- La crema per le mani richiede invece miele, olio di mandorle, qualche goccia di essenza e mandorle frullate; mentre per ottenere la cipria basta unire tra loro amido di mais e colorante liquido alimentare. Infine, per realizzare un balsamo per capelli profumato ai fiori di arancio, occorrono yoghurt, aromi, succo di limone, amido di riso e balsamo bio, mentre per il classico pot-pourri servono solo frutta e fiori secchi a proprio piacimento.

Per i regali beauty è importante prestare molta attenzione al packaging. È meglio optare ad esempio per contenitori trasparenti (anche riciclati) da abbellire poi con piccoli nastrini e ricoprendo il coperchio con una pezza di stoffa coordinata. I barattoli possono anche esser resi più vivaci con qualche spennellata di colore, da presentare poi tutti assieme in un cestino di vimini con della paglietta. Ognuno può quindi dare libero sfogo alla propria fantasia, ricordando però che anche l’occhio vuole la sua parte.

I regali gastronomici fai-da-te
Cosa manca all’elenco dei regali fatti in casa? Ovviamente quelli fatti in cucina, un grande classico del Natale che continua ad essere tra i più fatti e più apprezzati.
In questo caso è bene sì sperimentare, ma comunque seguire quelle che sono le proprie capacità o, in caso di scarsa dimestichezza tra i fornelli, chiedere aiuto a qualcuno di fidato.
Grandi protagonisti restano specialmente i dolci: torte, biscotti, salame di cioccolato, praline, pandoro, ognuno con una sua difficoltà e un tempo di preparazione. Prevedono ad esempio difficoltà elevata pandoro e panettone che richiedono 60 minuti circa di preparazione e 60 minuti di cottura. Più semplici invece i biscotti, da realizzare anche nelle classiche formine natalizie e in più varianti, mentre richiede davvero poca manualità la marmellata, la cui preparazione richiede piccoli ma importantissimi accorgimenti (come quello che la frutta sia matura anche se non esteticamente perfetta).

Immagine presa dal sito Ginger and Tomato


Tra i dolci si possono anche citare frutta caramellata e sciroppata, cioccolatini con noci e nocciole oltre a tisane tra le più svariate.
Ma perché limitarsi ai dolci? Ci sono anche gli oli aromatizzati (come quello al rosmarino o al peperoncino che si preparano in cinque minuti), patè (come quello di olive per cui è necessario appena un quarto d’ora di preparazione) e i liquori, tutti con difficoltà minima.

Richiede ad esempio solo 30 minuti di preparazione il limoncello, con una difficoltà di esecuzione davvero bassa: basta pulire i limoni (che dovrebbero essere quelli di Sorrento), sbucciarli, tagliare le scorze a listarelle e metterle a macerare per un mese con 750 ml di alcool, al fresco e al buio. Passato un mese si aggiunge lo zucchero e altri 250 ml di alcool e si lascia a riposo per altri 40 giorni.

Anche in questo caso, è importante prestare attenzione al lato estetico del regalo, curandone la presentazione e il packaging. I prodotti realizzati a casa possono essere adagiati in un cestino di vimini abbellito con del vischio, oppure in un grande sacchetto di stoffa colorato o ancora in un elegante vassoio. L’importante è che il regalo risulti gradevole e invitante, ancora prima che venga assaggiato.

© Of-Osservatorio finanziario riproduzione riservata


Il nostro network

Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Vai al sito

Visita il sito