logo-mini
Affari di Natale 2015. I mutui scontati (ma al 50%) OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

In occasione delle feste i prestiti ipotecari diventano più convenienti. Con offerte che scontano lo spread fino allo 0,75% sul tasso standard (come fa Intesa Sanpaolo). Ma solo a patto che si non si richieda più del 50% del valore dell’immobile. E si accetti un piano di rimborso di 10/20 anni. Ecco tutte le offerte. Quanto tempo si ha ancora per sottoscriverle. E quali condizioni bisogna soddisfare per aderire

Affari di Natale 2015. I mutui scontati (ma al 50%)

Leggi anche:
» Affari di Natale 2015. Conti correnti: risparmiare sul canone o far rendere i soldi. Ecco come
» Affari di Natale 2015. Lo shopping con le carte che regalano sconti, vacanze e Apple Watch
» Affari di Natale 2015. Super tassi, auto, scooter e iPad: chi risparmia è premiato

Richiedere un mutuo proprio a ridosso delle feste può rivelarsi un buon affare, soprattutto in tempi di tassi ai minimi. Perché, con il Natale che incombe, anche i finanziamenti per l’acquisto della casa diventano più convenienti. Le banche iniziano a farsi battaglia a suon di offerte dell’ultimo minuto, magari da sottoscrivere entro il veglione dell’ultimo dell’anno o tutt’al più entro i primi mesi del 2016. Ma (c’è sempre un ma) per poter aderire alle promozioni ci sono caratteristiche che è necessario soddisfare. Così, per esempio, per essere premiati con spread ridotti è necessario richiedere non più di metà del valore della casa. Accettando quindi di versare la metà restante in soldi contanti al momento dell’acquisto. Oppure, bisogna scegliere un piano di rimborso breve, a 10 anni magari, restituendo quindi alla banca l’intero importo in tempi rapidi. E sobbarcandosi, di conseguenza, rate più elevate.

Of-Osservatorio finanziario ha messo a confronto tutte le offerte attivate dai grandi gruppi nazionali e da alcune banche regionali, territoriali e online (in ordine di capitalizzazione), calcolando, per ciascuna, rata e montante nel caso ipotetico in cui si decidesse di richiedere a prestito 100.000 euro da restituire in 15 anni. Ecco quanto si risparmia se si decide di sottoscrivere un mutuo per le feste. E quali condizioni bisogna soddisfare per riuscire a rientrare nell’offerta.

C’è tempo fino alla fine dell’anno, per esempio, per sottoscrivere un mutuo di Intesa Sanpaolo della linea Domus usufruendo di uno sconto sullo spread applicato dello 0,75%. Mentre, in offerta, sempre fino al veglione del 31 dicembre, se si accetta di rimborsare il debito entro 10 anni, si potrà scegliere tra un fisso con Tan finito dell’1,75% per tutta la durata dell’ammortamento e un variabile con spread massimo dell’1,15%. In questo caso, quindi, considerando di voler chiedere a prestito 100.000 euro, si dovrà sborsare una rata mensile di 908 euro per 10 anni, qualora si optasse per il fisso. Mentre la spesa si riduce a 882 euro in caso di scelta del tasso variabile. Anche se, per poter aderire alla promozione, è necessario che non si richieda a prestito più di metà del valore dell’immobile.

---- La stessa condizione è applicata anche da UniCredit che, da novembre, ha in offerta Mutuo Valore Italia con tasso finito fisso all’1,50% per richieste che non superano un importo pari al 50% del valore della casa. Così, se si opta per un ammortamento non superiore ai 10 anni si può usufruire di un interesse finito che non supera l’1,50%, per una rata mensile di 897,91 euro. Ma se si sceglie un piano di rimborso a 15 anni bisogna mettere in conto un tasso del 2,25%, per una spesa al mese che arriva a 931,37 euro.

Applica uno spread dell’1,50% sul tasso variabile e sul tasso fisso (in questo caso solo per rimborsi tra i 15 e i 20 anni) anche Unipol Banca che propone, fino al 31 dicembre, Mutuo Dolce Mutuo a chi accetta di richiedere non più di metà del valore della casa, per un importo massimo che non superi i 200.000 euro. Per una rata, quindi, che ammonta a 620,74 euro nel caso ipotetico di un finanziamento di 100.000 euro da restituire in 15 anni.

Di poco più basso, e fisso all’1,40%, invece, lo spread previsto da Banca Mediolanum per tutti i sottoscrittori di Mutuo Freedom a tasso variabile. Ma solo a patto che si richieda un importo inferiore al 60% del valore della casa e si accetti di restituire interamente il debito in non più di 20 anni. La banca, che ha anche annunciato di aver stanziato un plafond da 150 milioni di euro per la richiesta, da parte di nuovi e già clienti, di nuovi finanziamenti entro il 15 gennaio 2016, quindi, prevede una rata mensile di 616,25 euro a chi richiede, entro il 5 gennaio, 100.000 euro da rimborsare in 15 anni.

E’ stata prolungata fino a fine anno la promozione di BancoPosta che prevede uno spread promozionale per il variabile e il misto dell'1,85% e per il fisso dell'1,99%, su tutta la gamma mutui con Ltv fino all'80%. Includendo anche una polizza incendio gratuita concessa a tutti i sottoscrittori. La rata, quindi, calcolata nel caso ipotetico indagato da Of di un finanziamento di 100.000 euro da rimborsare in 15 anni, prevede un costo di 637 euro qualora si optasse per il variabile, o il misto. Mentre in caso di scelta di tasso fisso la spesa aumenta a 704 euro.

Scade a fine gennaio, invece, la promozione avviata a fine ottobre da Banca Popolare di Milano e associata al nuovo Mutuo a tasso fisso per i primi 5 anni con opzione. Il finanziamento, che ha uno spread prefissato applicato per i primi 5 anni e pari all'1,50%, prosegue poi a scelta del cliente con ammortamento fisso o variabile associato a uno spread dell'1,95%. E permette di finanziare fino all'80% del valore dell'immobile.

---- Se invece si preferisce un finanziamento tradizionale, con spread che resta uguale per tutta la durata del rimborso, si può optare per il classico, fisso o variabile, sempre in offerta fino a fine gennaio 2016 con uno spread dell'1,35% applicato in caso di Ltv (loan to value) non superiori al 60% del valore della casa. E solo a patto che si scelga di restituire il debito in non più di 20 anni. In questo caso, quindi, utilizzando il caso ipotetico indagato da Of, si avrà una rata di 891,32 euro, per importi richiesti di 100.000 euro spalmati su rate mensili di 15 anni, per chi opta per il variabile.

Anche Bper ha avviato, a ottobre, una nuova offerta sul mutuo Vantaggio Opzione. Anche se, per poter aderire, è necessario richiedere un finanziamento della durata massima di 10 anni e con copertura fino al 50% del valore dell’immobile. Per chi soddisfa tutte le caratteristiche, quindi, è previsto un tasso fisso dell’1,15% per i primi 12 mesi. Mentre, dal 13°, si passa in automatico a un ammortamento a tasso variabile con spread dell’1,45%. L’offerta, che scade a ridosso dell’Epifania, è valida fino al 5 gennaio 2016. E prevede piani di ammortamento non superiori ai 10 anni. Così, in questo caso, supponendo di voler estinguere un debito di100.000 euro in 10 anni, si avrà una rata mensile di 882,57 euro.

E’ necessario richiedere non più del 50% del valore della casa e sottoscrivere contestualmente anche la polizza Chiara Mutuo per usufruire di uno spread dell’1,40% sul variabile e di un tasso finito dell’1,85% sul fisso, con Carife. La promozione, destinata a chi richiede il finanziamento entro il 31 dicembre, quindi, comporta una rata al mese di 616,25 euro, per chi sceglie il variabile nel caso ipotetico di un mutuo di 100.000 euro da rimborsare in 15 anni. Mentre, scegliendo il fisso, si avrà una spesa di 636,62 euro.

Ha spread che cambiano a seconda dell’importo richiesto a prestito anche Bancadinamica, la banca online del Gruppo Carismi che, fino a fine febbraio 2016, prevede il riconoscimento di uno spread all’1,30% sul fisso e sul variabile, purché si richiedano importi inferiori al 60% del valore della casa. Per una rata che, considerando un mutuo di 100.000 euro e durata 15 anni, comporta un costo di 611,78 euro.

Un po’ diverso, infine, il caso di Banca di Cividale che ha presentato, a novembre, il nuovissimo Mutuo Watt, in offerta fino a fine marzo 2016. La promozione, la più longeva attualmente sul mercato tra quelle a tempo determinato, in pratica, abbina alla sottoscrizione di un mutuo casa anche uno sconto sulla bolletta dell’elettricità di 250 euro, grazie a una partnership con la società elettrica Bluenergy.

© Of-Osservatorio finanziario - riproduzione riservata

Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Vai al sito

Visita il sito