Of-Miglior Prepagata 2016. Indispensabile per i wallet. E la vincitrice è…

Intesa Sanpaolo si riconferma per il secondo anno consecutivo la migliore ricaricabile sul mercato. Seguita da Sella Money Contactless di Banca Sella e Like di UBI Banca. Rispetto a un anno fa sono poche le variazioni a livello di costo. La novità è che sono indispensabili per accedere ai wallet digitali, per effettuare pagamenti mobile e per scambiare denaro con gli amici attraverso lo smartphone
di: Eleonora Riva
1 Marzo 2016
Condividi

Leggi anche:
» Of-Miglior Carta Conto 2016. Scambio di denaro via smartphone e piano di risparmio per la vittoria di Hype Plus
» Of-Miglior Prepagata 2016. La carta è nel cellulare
» Of-Miglior Prepagata per i viaggi 2016. La vincitrice è…

Sono un ottimo strumento per effettuare acquisti online sui portali di e-commerce. Sono indispensabili se si vuole viaggiare senza portare con sé troppo contante e senza spendere troppo in commissioni per effettuare prelievi. E nella maggiori parte dei casi non è previsto alcun canone annuo da corrispondere alla banca.

Le prepagate continuano a essere uno degli strumenti di pagamento preferito dagli italiani, e come ogni anno Of-Osservatorio finanziario ha scelto di premiare la migliore carta sia nella versione ricaricabile standard – per effettuare operazioni di base come acquisti, prelievi e ricariche dal cellulare – sia nella versione più evoluta con codice Iban, utile ad esempio per l’accredito dello stipendio o per effettuare bonifici.

Il team di Of-Osservatorio finanziario ha rilevato, nel corso degli ultimi 12 mesi, che i costi delle ricaricabili sono rimasti bassi e invariati. Le 28 carte basic presenti nel DB Prodotti Bancari hanno, infatti, in media un canone annuo di 1,49 euro e oltre l’82% del totale non prevede alcun costo di gestione. Ricaricarle costa in media 1,53 euro mentre per i prelievi si devono tenere in conto 1,91 euro nella zona Euro e 3,33 euro al di fuori.

Il cambiamento più significativo per quanto riguarda le prepagate non è quindi relativo ai costi ma alle funzionalità più tecnologiche e innovative, legate soprattutto ai mobile payments. Le carte vengono sempre più usate e sono sempre più indispensabili, infatti, per accedere a wallet digitali che consentono di effettuare pagamenti in mobilità, ad esempio di bollettini, multe e parcheggi, evitando così di dover perdere tempo in coda. Ma anche per accedere a servizi di peer 2 peer per scambiare denaro con amici e famigliari semplicemente utilizzando la rubrica del cellulare, per condividere i soldi per una cena o per un regalo come se si utilizzasse un sistema di messaggistica istantanea.

L’Of-Miglior Prepagata del 2016, così come la sua versione più evoluta la Of-Miglior Carta Conto, è stata quindi eletta sulla base di 4 classifiche. La prima riguarda il costo medio, cioè quanto costa gestirne l’operatività nel corso dell’anno. Rientrano in questa classifica i costi relativi al canone, alle ricariche media (cioè a tutte le modalità di ricarica possibili), ai prelievi in Zona Euro ed Extra Euro.

La seconda prende in analisi ciascuno dei singoli costi più importanti, dando un punteggio elevato a chi li mantiene bassi. Così, ad esempio, se il canone è a zero il punteggio della singola carta aumenta. Mentre, al contrario, se il limite di spesa mensile (plafond) è molto basso, il punteggio scende.

Pagine: 1 2 3 4 Avanti





scenari immobiliari il Forum 2016 Of media partner