Fuga dall’Italia. Vantaggi e svantaggi di 10 mete dove vivere alla grande

Espatriare e godersi la pensione all’estero. Una decisione presa da oltre 400.000 italiani. Ma cosa occorre valutare se si vuole intraprendere questa strada? E ancora, delle 10 destinazioni più gettonate, tra cui Thailandia, Panama, Tunisia e Messico, quali sono pro e contro? Roberto Stanzani, autore di “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre”, risponde a queste e altre domande, illustrando attraverso tre tabelle punti forti e deboli di ciascun paese. E rivela tre località, di cui si sente poco parlare, su cui sognare…
di: Noemi Pizzola
27 Maggio 2014
Condividi

Leggi anche:
Fare il pensionato all’estero. E vivere alla grande
Fuga dall’Italia. A chi chiedere una mano
Fuga dall’Italia. L’ultimo ostacolo: la burocrazia

Circa 4 pensionati su 10 prendono meno di 1.000 euro al mese, mentre il 13% ne riceve meno di 500 (dati Istat 2011). Rimanere in Italia sopportando grosse rinunce e sacrifici, oppure emigrare, e vivere in modo più agiato e dignitoso? 400.000 italiani hanno scelto il trasferimento, trovando anche il riscatto personale, dopo lavori precari, sfratti e infortuni.
Le cause che portano a intraprendere questa strada possono essere molteplici, ma alcune primeggiano su altre: il caro vita, le tasse e le misere pensioni percepite.

Dopo aver raccontato le storie di chi l’ha fatto veramente ( Fare il pensionato all’estero. E vivere alla grande), Of torna sull’argomento, per esaminare più da vicino quali sono gli elementi da considerare se si vuole valutare l’ipotesi di un trasloco fuori dall’Italia, focalizzandosi inoltre su 10 specifiche destinazioni (oltre e dentro i confini europei), svelandone principali vantaggi e svantaggi.

Per fare ciò è stato interpellato Roberto Stanzani, autore, con la collaborazione di Sergio Senesi, di Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre , e-book pubblicato lo scorso settembre, in vendita su Amazon, iTunes, IBS e altri portali del libro digitale, che analizza da vicino 196 paesi indipendenti nel mondo, in tutte le loro sfaccettature: dai costi della vita, alla sicurezza, passando per libertà, diritti, sanità, istruzione e clima.

Nella stesura del libro è stato svolto un lavoro di minuziosa ricerca con il supporto della World Bank per gli aspetti economici; Nazioni Unite, CIA, Ministero degli Esteri e Freedom House per quelli politico-sociali e, per le nozioni geofisiche e climatiche, University of Melbourne, GSHAP e NOAA. Un approfondimento di tutti quegli argomenti che sono i punti cardine della vita di ogni persona, per scoprire qual è il proprio personale “Paradiso terrestre”.

Un tema di grande interesse che trova, all’interno dell’intervista, spunti e stimoli su cui riflettere, come le tre destinazioni su cui sognare di più…

Of: Trasferirsi all’estero: un sogno di molti. Quali sono gli aspetti imprescindibili nella scelta della destinazione?
Stanzani: Dipende qual è il motivo del trasferimento, ma comunque sono da considerare tutti i fattori che riguardano le diverse sfere della quotidianità. Un elemento fondamentale nella scrematura delle destinazioni è il costo della vita, seguito dalla sicurezza e dalla stabilità di un paese. Guerre, terrorismo, criminalità, corruzione, denutrizione e povertà, sono componenti che non possono essere ignorate.

Of: Poi…?
Stanzani: Qualità del servizio sanitario, garanzia dei diritti e istruzione. Anche il clima non è da sottovalutare, nonostante riguardi preferenze di tipo soggettivo, tra chi ama posti caldi e chi sopporta bene anche temperature più rigide. È oggettiva invece la presenza di calamità naturali, come sismicità, uragani, tsunami e monsoni.

Pagine: 1 2 3 4 Avanti

Roberto Stanzani, autore di “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre”